ZeroEmission Mediterranean, rendere il futuro sostenibile grazie alle tecnologie green

Appuntamento a Fiera Roma fino al 12 ottobre con la transizione energetica. Presente all’inaugurazione il Ministro Pichetto Fratin.

Da Fiumicino al centro di Roma in pochi minuti senza toccare terra. Impossibile? Certo che no se pensiamo agli aerotaxi elettrici, una nuova forma di trasporto mirata ad alleggerire il traffico nelle grandi città come San Paolo, Los Angeles, New York, ma anche Roma e Parigi. Degli eVTOL, aerei elettrici a decollo e atterraggio verticale, si è parlato oggi a ZeroEmission Mediterranean, la manifestazione internazionale dedicata all’elettrificazione dei consumi, al fotovoltaico e alle rinnovabili, alla mobilità elettrica e alla sostenibilità ambientale.

“Appuntamenti fieristici come ZeroEmission e Blue Planet Economy Expoforum sono importanti perché consentono di mettere in rete novità e talenti. Siamo un Paese molto vivace, geniale direi: per mettere a frutto le nostre eccellenze Made in Italy servono appuntamenti che facciano incontrare le aziende con il mondo delle istituzioni e della ricerca” ha dichiarato Gilberto Pichetto Fratin, Ministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica.

Gli aerotaxi, meno costosi e più sostenibili di un elicottero, sono stati progettati per trasportare a oggi fino a sei passeggeri con il pilota. Adatti per le brevi distanze, al massimo un centinaio di chilometri, sono a emissioni zero, poiché completamente alimentati a batteria. Una serie di test ha dimostrato che durante il volo sono quattro volte più silenziosi degli elicotteri.

Aerotaxi, ma non solo. Altro tema interessante della fiera quello dell’approvvigionamento di materie prime. Un tema di grande attualità se consideriamo che i Paesi dell’Unione Europea importano l’80% delle materie prime critiche (MPC), di cui il 56% controllato dalla Cina, e che al 2050 la domanda annuale di litio da parte dei Paesi membri potrebbe aumentare di 56 volte rispetto ai livelli attuali. Con il Critical Raw Materials Act, l’Europa mira a ridurre questa dipendenza cercando nuovi giacimenti e sviluppando una reale economia circolare, con il riciclo delle batterie esauste che può dare un contributo importante. Appuntamento l’11 ottobre con “La campagna del litio” (Conference Room E, 11.45/13).

Infine, l’eolico che assieme al solare continua a crescere. Secondo il Global Electricity Mid-Year Insights, queste fonti pulite hanno fornito insieme il 14% dell’elettricità mondiale nei primi sei mesi del 2023, crescendo rispetto al 12.8% dello stesso periodo dell’anno precedente e riducendo quindi di 142 milioni di tonnellate le emissioni di anidride carbonica. A frenare le rinnovabili invece è l’idroelettrico penalizzato dalla crisi climatica che ha alterato il ciclo idrico. Motivo per il quale è sempre più necessario intensificare la realizzazione di impianti di rinnovabili. Di eolico di terra o di mare si parlerà l’11 ottobre. (Conference Room B, 10/11.30).

Su questo tema è intervenuto Pietro Pacchione, Vice Presidente di Elettricità Futura, che ha detto: “Per raggiungere il target REPowerEU è necessario installare in Italia 12 GW di rinnovabili all’anno, da qui al 2030. Nel 2023 probabilmente installeremo 6 GW, quasi la metà saranno piccoli impianti. Non solo dobbiamo raddoppiare il ritmo delle installazioni, ma è necessario accelerare la diffusione dei grandi impianti che permettono di raggiungere l’obiettivo con economicità. L’identificazione delle aree idonee dovrebbe rispondere a questa necessità, invece, stupisce che la bozza di Decreto Aree Idonee non vada in questa direzione, escludendo dalle aree idonee gran parte del territorio nazionale”.

ZeroEmission Mediterranean 2023 si conferma punto di riferimento per la crescita delle energie rinnovabili, lo sviluppo delle tecnologie green e la lotta ai cambiamenti climatici, non solo in Italia ma per tutta l’area del Mediterraneo” afferma Marco Pinetti, Direttore ZeroEmission. “Oltre 230 aziende hanno confermato la loro partecipazione e, con i 150 relatori qualificati e le migliaia di visitatori professionali attesi, animeranno la kermesse internazionale per fare il punto sul mercato, l’industria e le prospettive a breve e medio termine. Un’ulteriore conferma che il percorso intrapreso da oltre vent’anni con ZeroEmission è all’insegna dell’impegno per un futuro sostenibile”.

Con un unico biglietto sarà possibile accedere a tutte le aree espositive della manifestazione, alle conferenze e agli eventi in programma nelle tre giornate. Partecipa all’evento

Scopri il programma QUI