AlimentazioneSalute

Zenzero, ottimo contro tosse, mal di gola e raffreddore. Proprietà

Condividi

Lo zenzero (Zingiber officinalis), noto anche come ginger, è una pianta erbacea perenne originaria dell’Asia. I suoi principi attivi sono presenti nel rizoma (radice), ricco di oli essenziali e composti fenolici antiossidanti. I più noti sono i gingeroli e gli shogaoli con azione antinfiammatoria.

Questa spezia ha diverse proprietà e benefici: è digestiva, depurativa, fa dimagrire, antireumatica, anticellulite, inoltre contrasta la formazione di gas intestinali e di gonfiori addominali, disinfiamma la mucosa gastrica contrastando anche il reflusso gastroesofageo, riduce la pressione sanguigna migliorando il flusso sanguigno.

 

Benefici

Antitumorale: lo zenzero, e in particolare i gingeroli e gli shogaoli in esso contenuti hanno dimostrato di avere un effetto anti-proliferativo su diverse linee tumorali. L’effetto in particolare è stato visto in caso di cancro prostatico, gastrintestinale, pancreatico ed epatico. Le ricerche hanno anche dimostrato come gli shogaoli siano in grado di inibire la crescita cellulare e al tempo stesso di simolare l’apopotosi, ovvero la morte cellulare programmata. Sembrerebbe inoltre che l’effetto tossico non venga esercitato nei confronti delle cellule sane. Inoltre, di recente un gruppo di ricercatori del Hormel Institute (Università del Minnesota) ha messo in evidenza proprietà antitumorali di questa spezia nei casi di carcinomi del colon-retto: assumere zenzero ogni giorno infatti, avrebbe una funzione protettiva contro i tumori del colon retto. Ann Bode, il ricercatore a capo dello studio, ha dichiarato: “alle piante della famiglia dello zenzero sono attribuiti poteri preventivi e terapeutici, oltre a un’attività anti-cancro“.

Dolore e infiammazioni: un vantaggio che offre un utilizzo quotidiano di zenzero è quello di veder migliorare decisamente dolori o infiammazioni che siano muscolari, articolari o dovuti al ciclo mestruale. Addirittura una ricerca è arrivata a paragonare l’effetto antidolorifico e antinfiammatorio dello zenzero a quello di un farmaco come l’ibuprofene. I suoi benefici si possono dunque evidenziare su mal di testa, dolori artritici, dolori mestruali, muscolari, ecc.

Digestione: tra le proprietà benefiche dello zenzero maggiormente conosciute e apprezzate, c’è la sua capacità di migliorare il processo digestivo e le problematiche gastriche. Per favorire la digestione, mangiate un pezzetto di zenzero dopo un pasto abbondante: ne avvertirete subito i benefici.  Lo zenzero aiuta inoltre a rilassare i muscoli dell’apparato gastrointestinale prevenendo la formazione di gas. che potrebbero causare gonfiore: ciò grazie alle proprietà carminative dello zenzero, che viene consigliato anche in caso di diarrea causata da batteri.

Dolori mestruali: grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, lo zenzero funziona come antidolorifico naturale contro i dolori mestruali: l’ideale sarebbe utilizzare lo zenzero nei primi giorni del ciclo mestruale. I suoi effetti sarebbero simili a quelli dei farmaci più comuni, utilizzati da molte donne per alleviare i dolori mestruali, e che possiedono maggiori effetti collaterali. Potete assumerlo sotto forma di tisana oppure utilizzare il rizoma in polvere da utilizzare come condimento.

Antivirale: lo zenzero possiede anche un effetto antivirale e antimicrobico ben documentato. Il suo consumo può pertanto aiutare in caso di infezioni di vario genere. Per esempio è stato dimostrato nel 2013 l’effetto dello zenzero in caso di infezione da virus respiratorio sinciziale umano: lo zenzero fresco (e non disidratato) è in grado di inibire l’adesione del virus alle cellule umane.

Tosse, mal di gola e raffreddore: proprio perché sostiene il sistema immunitario e viste le sue doti antibatteriche e antinfettive, lo zenzero (soprattutto sotto forma di tisana) è ottimo per calmare il mal di gola, sedare la tosse e combattere i sintomi del raffreddore.

Diabete tipo2: diverse evidenze sottolineano l’effetto del consumo di zenzero sulla glicemia e la resistenza insulinica. In particolare in uno studio condotto su 88 partecipanti il consumo di 3 gr di zenzero al giorno per 8 settimane ha determinato una riduzione della glicemia del 10%.

Superfood, i migliori 10 semi oleosi per benefici e proprietà

Utilizzo

Lo zenzero viene venduto in erboristeria (essiccato, disidratato o candito), nei negozi bio, nei supermercati o dal fruttivendolo. Preferisci, quando possibile, un prodotto biologico e, se fresco, conservalo in frigorifero. Alcuni suggeriscono invece di riporlo in un barattolo pieno di sabbia. Se in polvere (ottenuto dallo zenzero essiccato e macinato), è bene tenerlo al riparo dalla luce, dall’umidità e dal calore. Se acquisti lo zenzero candito, scegli quello lavorato con poco zucchero, o preferisci il prodotto disidratato al naturale.

Nei Paesi del Nord Europa viene utilizzato in polvere, per aromatizzare salse, pietanze e dolci, ai quali conferisce un sapore piccante e al tempo stesso aromatico (ad esempio, il pan di spezie). Nella cucina orientale, lo zenzero è molto diffuso ed entra nella composizione del curry indiano.

Superfood, i migliori 10 semi oleosi per benefici e proprietà

Tisana allo zenzero

Per preparare la tisana, e quindi per beneficiare di tutte le sue proprietà, bastano pochi e semplici operazioni. Versate 100 ml di acqua bollente su 5 g di polvere di zenzero essiccato o di zenzero fresco grattugiato, coprite e lasciate riposare per dieci minuti, e infine filtrate il liquido. A questo punto è possibile dolcificare. L’uso dello zenzero renderà il gusto del vostro infuso caratterizzato da una nota pungente nel retrogusto e rinfrescante appena lo si beve.

Consigli

Alcuni componenti dello zenzero (come quelli antitumorali ad esempio) aumentano quando lo zenzero viene riscaldato, quindi la tisana è un ottimo modo per godere anche di questa proprietà. Inoltri molti studi scientifici hanno usato lo zenzero in polvere con ottimi risultati quindi può essere usato anche quello che troviamo nei negozi, l’importante è scegliere sempre un prodotto biologico per avere maggiori principi attivi.

Frutta a guscio, ecco i 10 alleati per la tua salute. Tutte le proprietà

Controindicazioni

Si consiglia di adottare particolare cautela nell’assunzione di zenzero in:

  • Gravidanza e allattamento
  • Presenza di calcoli delle vie biliari
  • Pirosi(bruciori di stomaco): lo zenzero può stimolare ulteriormente la secrezione gastrica.
  • Concomitante utilizzo di certi farmaci
  • Disturbi emorragici: lo zenzero potrebbe aumentare il rischio di sanguinamento
  • Diabete: lo zenzero potrebbe aumentare i livelli di insulinae/o abbassare la glicemia. Di conseguenza, la terapia farmacologica contro il diabete può richiedere un adattamento
  • Condizioni cardiache disagevoli: alte dosi di zenzero potrebbero peggiorare alcune patologie del cuore.

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago