XYLELLA, ESPORTAZIONI A RISCHIO. SETTIMANA PROSSIMA INIZIA TAVOLO DI LAVORO AL MINISTERO

Xylella. In cinque anni ha colpito quasi 8 mila ettari e 770 mila oliveti pugliesi e non solo.

La Xylella – spiega Giovanni Cantele, presidente regionale Coldiretti Puglia – è “la peggior fitopatia che l’Italia potesse conoscere. Sta cambiando la faccia della Puglia agricola con gravissimi danni a carico del mondo olivicolo, di frantoi, cooperative e vivaisti, un impatto drammatico sul paesaggio ed evidenti ripercussioni di immagine per il turismo”.

Necessario, per il rappresentate della Coldiretti, è un sistema di interventi che non venga messo in discussione da nessuno, anche dalla giustizia amministrativa, per dare corso alle indispensabili misure di contenimento.

Va poi costruito un solido cordone di difesa delle aree indenni – ha aggiunto Cantele – oltre a stanziare risorse opportune per monitoraggi e ricerca per dare respiro alle imprese agricole, Coop, frantoi e vivaisti che da anni sono senza reddito e non vedono alcuna prospettiva di futuro.

La prossima settimana, ha assicurato il Ministro dell’Agricoltura Gian Marco Centinaio, inizia il tavolo al ministero per fare il quadro della situazione e trovare una soluzione.

“L’Italia – ha spiegato Centinaio – rischia di non essere più ‘Xylella free‘, e quindi rischiamo di non esportare più. E’ l’Europa che ci chiede una risposta, cosa che il precedente governo non ha dato, e serve una risposta il piu’ velocemente possibile”.

“Il problema – ha rilevato poi il ministro – è che ogni anno il fenomeno aumenta di 20 chilometri, e di conseguenza o diamo una soluzione o il prossimo anno avremo altri 20 chilometri in più. Io voglio evitare di essere il ministro che non ha risolto questo problema”.
Quanto alla possibilità di imporre abbattimenti anche laddove vengono bloccati dai Tar, Centinaio si auspica che “i Tribunali amministrativi facciano i Tribunali amministrativi, il governo fa il governo”.

È pronto intanto un finanziamento da cinque milioni di euro per le aziende che proporranno progetti ad hoc per la ricostruzione dei territori nei paesaggi danneggiati da xylella fastidiosa-

Su iniziativa del Distretto agroalimentare di qualità Jonico Salentino (Dajs) è stato pubblicato l’avviso di manifestazione di interesse nell’ambito del Contratto di distretto del “Programma di rigenerazione dei territori danneggiati dal batterio xylella fastidiosa”.

Le domande di finanziamento al ministero dell’Agricoltura saranno presentate dallo stesso Dajs in quanto unico soggetto autorizzato.

L’avviso è rivolto a tutte le aziende agricole ed agroalimentari salentine, singole e associate, ricadenti nell’area infetta, ad eccezione dei 20 chilometri adiacenti alla zona cuscinetto.
Il bando si riferisce al triennio 2018-19-20 ed ha la finalità di selezionare iniziative pilota che abbiano come obiettivo quello della rigenerazione del paesaggio agricolo del Salento.

(Visited 23 times, 2 visits today)

Leggi anche