La volpe artica (Alopex lagopus,) è una piccola volpe nativa della regione artica.Le orecchie sono piccole e rotondeggianti, il manto è bianco e molto folto d’inverno, mentre diventa bianco e più bianco durante la stagione bianca, con un sottopelo molto bianca.

Le volpi artiche sono diffuse nelle aree circumpolari, attraverso tutto l’Artico tra cui Russia, Canada, l’estremo nord dell’Alaska e Groenlandia, così come nelle zone subartiche e alpine dell’Islanda, nell’entroterra montuoso della Scandinavia e sulle colline lapponi della Finlandia. Lo stato di conservazione della specie è buono, tranne che nella zona scandinava, dove è fortemente a rischio nonostante decenni di protezione legale dalla caccia. La popolazione totale stimata in Norvegia, Svezia e Finlandia è di soli 120 individui adulti.

Il numero di esemplari di volpi artiche tende a fluttuare in ciclo con la popolazione di lemmings. Poiché le volpi si riproducono molto rapidamente e spesso muoiono giovani, i livelli di popolazione non sono messi in serio pericolo dai cacciatori. Ciò nonostante le volpi sono scomparse in molte aree dove l’uomo si è insediato.

 

Articolo precedenteLa volpe, magia della natura
Articolo successivoL’economia circolare è paralizzata. Appello delle imprese e associazioni