Vivicittà 2023, torna la corsa dei diritti organizzata dall’Uisp

“Vivicittà è nata proprio per rivendicare l’utilizzo degli spazi urbani dei centri delle nostre città”, Tiziano Pesce, presidente nazionale Uisp.

Lo sport racconta e insegna. Tutto pronto per la 38esima edizione di Vivicittà, la corsa dei diritti organizzata dall’Uisp, che si terrà domenica 2 aprile in decine di città, dal Nord al Sud Italia.

Si parte tutti alle 9.30, i percorsi sono di 10 km, il via viene dato in diretta da Radio 1 Rai e alla fine ci sarà una classifica unica compensata.

Vivicittà 2023 ha scelto una scuola per la conferenza stampa nazionale che si è tenuta a Roma oggi, mercoledì 29 marzo, nell’Aula magna del Liceo Scientifico Newton in Viale Manzoni. Educazione e sport, infatti, sono facce della stessa medaglia, diritti che consolidano la coesione sociale e la partecipazione

La “corsa più grande del mondo”, come venne definita dai giornali sin dalla prima edizione del 1984, è stata inserita anche quest’anno nel calendario nazionale Fidal.

La Corsa dei diritti fa riferimento anche ad uno dei diritti che troviamo all’interno dell’Agenda 2030 dell’ONU, ovvero il diritto all’aria pulita e a spazi verdi per stili di vita attivi.

“Sin dalla sua prima edizione Vivicittà corre e cammina per i diritti, a partire da quello della sostenibilità ambientale, dal sottolineare quanto sia importante vivere in ambienti sostenibili.dichiara ai microfoni di TeleAmbiente Tiziano Pesce, presidente nazionale UispVivicittà è nata proprio per rivendicare l’utilizzo degli spazi urbani dei centri delle nostre città. Oggi sono tantissime le manifestazioni podistiche e camminate che si svolgono nei nostri centri urbani. L’attenzione è cresciuta ma sappiamo bene che, rispetto agli obiettivi dell’agenda 2030, siamo ancora un po’ indietro nel nostro paese. Ed ecco che in questo senso Vivicittà vuole sensibilizzare tutti, dai cittadini alle istituzioni”.

Ma anche il diritto ad una vita dignitosa per le persone rinchiuse nelle carceri. Anche quest’anno, infatti, Vivicittà trasmetterà questo messaggio con “Porte Aperte”, il progetto che fa entrare la corsa Uisp nelle carceri di tutta Italia.

“Le carceri sono un pezzo delle nostre città. Le nostre azioni vogliono mettere in evidenza come sia sempre più importante creare un ponte tra l’esterno e l’interno delle mura degli istituti penitenziari”, afferma il presidente Tiziano Pesce.

Marsh, il broker assicurativo dell’Uisp, main partner di Vivicittà 2023, ha confermato il suo impegno in favore della sicurezza dello sport per tutti, rinnovando il suo sostegno alla 38esima edizione di Vivicittà.