Vino, 268 etichette al Salone nazionale ‘Douja d’Or’ di Asti

Vino. 268 etichette selezionate, rappresentative di 164 aziende di tutta Italia, che renderanno Asti capitale del vino dal 6 al 15 settembre, in occasione della 53esima edizione del Salone nazionale ‘Douja d’or’.

Protagonisti della manifestazione, organizzata dalla Camera di commercio di Asti, tutti i vini Doc, Docg e Igp premiati al 47esimo Concorso enologico Premio ‘Douja d’ Or’.

I vini saranno a disposizione del pubblico sia in degustazione sia in vendita nel centro storico della città.

In cima alla classifica delle etichette premiate, il Piemonte, con ben 109 vini, seguito a gran distanza da Sicilia (18) e Veneto (17).

Sul podio delle province piemontesi, Asti con 52 etichette premiate, seguita da Cuneo (40) e Alessandria (11).

Ventinove i vini che sono riusciti a ottenere il prestigioso Oscar Douja d’Or.

Vino, online vademecum controlli campagna vendemmiale 2019/2020

“Le nostre terre – ha spiegato Erminio Renato Goria, presidente della Camera di commercio di Asti – rappresentano un’eccezionale testimonianza della tradizione storica della coltivazione della vite, dei processi di vinificazione, di un contesto sociale, rurale e di un tessuto economico basati sulla cultura del vino. I nostri territori di Langhe, Roero e Monferrato costituiscono un esempio unico d’interazione dell’uomo con il suo ambiente naturale. E’ l’enorme valore che ci è stato riconosciuto anche dall’Unesco nella sua motivazione per l’assegnazione della denominazione di Patrimonio dell’Umanità”.

Per il sindaco di Asti, Maurizio Rasero, “Palio, Douja d’Or, Festival delle Sagre ed Arti e Mercanti scandiranno il ‘Settembre Astigiano’, un mese intenso che si svolge tra appuntamenti legati al territorio, all’enogastronomia, alle mostre e agli spettacoli che sono un richiamo per i turisti nonché l’occasione per far apprezzare ancora di più agli astigiani la nostra città”.

Il Salone si snoderà nel centro storico di Asti, partendo da piazza Roma, dove sono allestiti il banco di degustazione dei vini premiati, il mercatino delle specialità agroalimentari del
territorio, passando per Palazzo Ottolenghi che ospita, oltre alla cantina dei vini della Douja, la Rassegna dei vermouth e dei vini aromatizzati, le grappe del premio Alambicco d’Oro e i
migliori distillati del Piemonte, per arrivare alla Scuola Alberghiera, dove si possono gustare il piatto e il dolce d’autore accompagnati da Doc e Docg di eccellenza del territorio.

Vino, quali sono i 5 vigneti più estremi del mondo

New entry dell’edizione, l’area in piazza Roma dedicata ai sapori del territorio, gestita dalle associazioni di categoria del settore agricolo (Coldiretti, Confagricoltura e Confederazione Italiana Agricoltori), che presenteranno i prodotti di eccellenza del Monferrato da abbinare alle degustazioni dei vini.

Inoltre, in piazza San Secondo i dieci consorzi di tutela piemontesi, coordinati da Piemonte Land of Perfection, propongono in degustazione le più nobili produzioni
vinicole regionali.

Proseguendo in corso Alfieri si giungerà alla Douja del Monferrato nella cornice del prestigioso Palazzo Alfieri, dove sarà possibile degustare i vini tutelati dal Consorzio Barbera e Vini del Monferrato.

Al percorso tra i profumi e i sapori dell’enogastronomia si unisce l’affascinante itinerario artistico attraverso i principali musei cittadini.

(Visited 35 times, 1 visits today)

Leggi anche

Call Now ButtonDiventa Green!