Italpress

Verstappen guida le libere in Francia, Mercedes inseguono

Condividi

LE CASTELLET (FRANCIA) (ITALPRESS) – Max Verstappen chiude al comando la prima giornata di libere del Gran premio di Francia di Formula 1. Il pilota olandese della Red Bull trova il miglior tempo nella seconda sessione sul circuito “Paul Ricard” di Le Castellet, girando in 1’32″872: alle sue spalle, per appena 8 millesimi, la Mercedes di Valtteri Bottas che invece era stato il più veloce al mattino (1’33″448) davanti al compagno di scuderia Lewis Hamilton (+0″335) e alle due Red Bull di Verstappen (+0″432) e Sergio Perez. Il sette volte campione del mondo alla fine deve accontentarsi del terzo crono complessivo, a due decimi e mezzo dall’olandese leader del Mondiale piloti. Passi in avanti nel pomeriggio, rispetto alla prima sessione, per la Ferrari: dopo una mattinata difficile (Charles Leclerc undicesimo a un secondo e mezzo da Bottas, solamente sedicesimo Carlos Sainz, costretto anche a un cambio di gomme dopo un’uscita fuori pista), le due Rosse si fanno spazio nella Top Ten. Il monegasco chiude quinto, circondato dalle Alpine di Alonso e Ocon, mentre Sainz è ottavo alle spalle dell’AlphaTauri di Gasly e davanti a Kimi Raikkonen e Lando Norris. Male Perez, solamente dodicesimo con l’altra Red Bull.
(ITALPRESS).

(Visited 13 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago