Politica

Venezia, Consiglio dei Ministri per lo stato di emergenza. Conte: “Il governo è presente”

Condividi

“Con il Cdm di oggi adotteremo il decreto che dichiara lo stato di emergenza per Venezia: ci è stato chiesto dal presidente della Regione”. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte al termine della riunione in Prefettura a Venezia con il ministro dei Trasporti Paola De Micheli, il Governatore Luca Zaia e il sindaco Luigi Brugnaro.

“A Pellestrina con il premier Giuseppe CONTE e il governatore del Veneto Luca Zaia, isola tra le più colpite dalla marea eccezionale. I cittadini sono già al lavoro, ma hanno perso molto e ci sono strutture da ricostruire. Il muro di marginamento è parte integrante del Mose, bisogna intervenire subito“. Lo scrive in un post il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro.

Venezia, cresce senza freno l’acqua alta: la più alta marea mai registrata

Questo ci consentirà – ha spiegato – di varare già le prima dotazioni finanziarie per quanto riguarda le spese di primo soccorso volte a ripristinare le funzionalità dei servizi“. Il premier ha parlato, per questa prima fase, di 5 mila euro per i privati e 20 mila per gli esercenti. In un secondo momento si valuterà risarcimento per i danni più gravi in seguito a singole istruttorie.

Venezia sommersa dall’acqua, danni incalcolabili. Si riaccende il dibattito sull’opera del Mose

Verrà convocato il 26 novembre il Comitato interministeriale per la salvaguardia di Venezia. Lo ha annunciato il premier Giuseppe Conte, al termine della riunione in Prefettura a Venezia. “La data in via di primo giro di consultazioni è il 26 novembre che sarà la data di questo ‘Comitatone‘. Questo organo da me convocato servirà per una governance di tutti i problemi infrastrutturali di Venezia quindi sarà affrontato il problema delle grandi navi, del Mose e anche di un maggior coordinamento delle autorità competenti. Discuteremo anche  la governance per i problemi strutturali di Venezia, grandi navi, Mose, e un maggiore coordinamento tra le autorità competenti. Il governo è presente. Siamo qui per dare il segno di una fattiva partecipazione del governo. Venezia è un patrimonio dell’Italia e dell’umanità che ha bisogno di risolvere una serie di problemi storici che si trascinano. Monitoriamo di continuo la situazione, speriamo che questa notte non ci siano ulteriori emergenze“.

(Visited 23 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago