AttualitàClima

Assemblea Nazionale Vas Onlus: “E’ Tempo di Scegliere!” Trent’anni di storia

Condividi

Si è tenuta a ROMA, nella sala della facoltà Valdese in Via Cossa 44, l’assemblea Nazionale dell’Associazione Verdi Ambiente e Società ( Vas Onlus,Aps).

L’assemblea si è svolta a 30 anni dalla fondazione di Vas (avvenuta nel 1991) che da subito si è distinta per il suo impegno significativo sul terreno della protezione del territorio e nella difesa dei diritti delle generazioni future.

A partire dagli anni 90 infatti, si deve a Vas l’attenzione e l’avvio delle contestazioni nei confronti delle multinazionali per il tentativo di introdurre nell’agricoltura, e quindi nell’alimentazione, degli OGM (organismi geneticamente modificati).

È tempo di scegliere – ha detto il Presidente Vas, Guido Pollice – perché non c’è la possibilità di cambiare strada facendo. È tempo di scegliere perché rinviare l’uso del carbone da qui a 30 anni, l’utilizzo del carbone, il rischio è pesante. Rinviare la scelta sull’utilizzo dell’energia nucleare, è necessario fare come stanno facendo alcune Nazioni che stanno togliendo le centrali nucleari perché ormai il fabbisogno di energia, soprattutto da noi in Italia, non c’è più bisogno, nel senso che non ci sono più industrie primarie, non c’è più nessuna industria che possa in qualche modo dimostrare e soprattutto possa richiedere tanta energia. Tanta energia che stiamo consumando per esempio per niente. Stiamo consumando questa energia che addirittura compriamo dalla Francia. E questo è solo un esempio”.

Per Pollice, “non c’è più tempo di traccheggiare perché la questione dei rifiuti è una questione drammatica. Non c’è più tempo per perdere tempo, scusate il gioco, perché l’aria ormai diventa sempre più inquinata e le città sono costrette a trovare soluzioni di poco conto. Bisogna trovare soluzioni concrete perché l’aria a Milano, a Napoli, a Roma, nelle grandi città è un’aria ammorbata. Quindi abbiamo scelto questa parola d’ordine “non è tempo di morire ma è tempo di scegliere” e in questo senso abbiamo festeggiato, ricordato i nostri 30 anni di vita dell’associazione. Speriamo di continuare, ma speriamo soprattutto di continuare con dei giovani e col cambiamento radicale”.

Biodiversità italiana: la Repubblica dei saperi e dei sapori

Significative le campagne “Diritti al Mare e del Mare”, “Preveniamo gli incendi”, “BastaAmianto” e “Mangiasano”.

Per anni Vas è stata promotrice del concorso nelle scuole di ogni ordine e grado “Un Racconto per l’Ambiente”, cosi come memorabili sono I successi in campo giuridico contro gli abusi edilizi su tutto il territorio nazionale.

“Le Associazioni ambientaliste sono assolutamente fondamentali, tra l’altro noi l’abbiamo visto con la storia del nostro Paese – ha spiegato la senatrice, Loredana De Petris – se non ci fossero state, probabilmente noi saremo molto, molto più indietro. Pensate a tutte le battaglie che ci sono state. Siamo usciti dal nucleare perché? perché c’è stata una grande mobilitazione della Associazioni. Abbiamo il referendum sul sulle trivelle, che certamente poi non è stato valido perché non c’era il quorum, però è stato importante perché oggi comunque è stata tolta la franchigia, sono stati fatti dei passi in avanti, è stata fatta una moratoria per altri pozzi. Quindi, per dire che, è il meccanismo della partecipazione ma anche del ruolo delle associazioni”.

“Certo c’è Greta – ha aggiunto De Petris – che ha lanciato questo messaggio ma anche il messaggio di Greta, senza che poi nei singoli Paesi ed a livello internazionale, ci siano le associazioni a fare un lavoro capillare di informazione, di mobilitazione, non si va da nessuna parte perché è stata l’esperienza di questi anni, ma ancor di più oggi che c’è l’emergenza. Quindi pensate ad un’associazione storica come Verdi Ambiente e Società che da 30 anni che fa questo lavoro. C’è stata anche una crisi delle Associazioni, però credo che oggi questo si stia superando perché anche la presenza dei giovani in piazza sta ridando forza alle Associazioni stesse”.

La mattinata di domenica, dedicata alle iniziative portate avanti in questi anni in collaborazione con associazioni come Italia Nostra, Centro Internazionale Crocevia, ZOLLE, Pro Natura, ha visto  la partecipazione di  Marianna Panzarino di Fridays For Future.

“Io – ha detto Panzarino – penso che il nostro ruolo possa essere quello di benzina mi verrebbe da dire però, siccome ci dobbiamo dare un attimo un altro stile di vita, direi da promotori cioè dalla forza dirompente. Siamo qui oggi, stiamo vedendo un po’, come dire, un passato rispetto all’associazionismo ambientale. Quello che serve oggi è una nuova forza che possono dare soltanto le nuove generazioni, e forse è quello che è mancato negli ultimi anni. Di sicuro gli adulti, le persone più grandi che hanno vissuto delle esperienze molto pregresse e anche magari deludenti, possono non avere più quella forza, quella voglia di andare avanti. Noi siamo qui proprio per ridare quella spinta che è mancata per molto tempo”.

 

(Visited 51 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago