PlasticaRiciclo e Rifiuti

Vancouver, prima grande città canadese libera dalla plastica monouso

Condividi

Il consiglio comunale di Vancouver ha votato mercoledì sera per vietare l’utilizzo di cannucce e buste di plastica da aprile del prossimo anno, diventando la prima grande città del Canada ad applicare un divieto del genere. Montreal ha già imposto un divieto su alcuni tipi di buste di plastica nel 2018.

Il divieto per le cannucce partirà a Vancouver inizierà il 22 aprile 2020 mentre le buste di plastica, incluse quelle composte da materiali biodegradabili, saranno bandite dal 1° gennaio 2021. Le imprese dovranno essere in grado di fornire cannucce di carta per i clienti che le richiederanno. La mossa punta a ridurre l’utilizzo della plastica monouso, in linea con le politiche di altri paesi che stanno cercando di contrastare l’inquinamento della plastica.

A giugno il Primo Ministro Justin Trudeau ha annunciato il piano per liberare completamente il Canada dalla plastica monouso, in particolare cannucce, buste e posate.

Plastica monouso, bandita in Canada dal 2021. Trudeau: “Farà bene al pianeta e all’economia”

Secondo il consiglio comunale di Vancouver la plastica monouso è responsabile per il 3% dell’inquinamento sulle spiagge ogni anno. Secondo uno studio, circa il 90% dei prodotti in plastica finisce nelle discariche o nell’ambiente.

“La legge non è, secondo il nostro punto di vista, buona per l’ambiente e per le imprese”,  ha raccontato Greg Wilson, direttore delle relazioni governative del Retail Council of Canada nella British Columbia, un gruppo di avvocati che rappresenta le catene di distribuzione. Wilson ha spiegato che con la nuova legge aumenteranno i costi legati all’ambiente perché invece di riutilizzare le buste di plastica per gli animali o per i rifiuti, le persone dovranno comprare le buste biodegradabili che vengono spesso gettate nelle discariche.

Aumenta sempre di più il consumo di acqua in bottiglie di plastica

All’inizio dell’anno, la catena di supermercati Sobeys Inc, di proprietà di Empire Co., ha promesso di eliminato tutte le buste di plastica dai propri negozi entro sei mesi, diventando il primo supermercato canadese a porre fine alla vendita della plastica monouso.

Plastica, non solo gli oceani: anche i Grandi Laghi sono a rischio

Una volta che il divieto entrerà in vigore, i negozi potranno chiedere 0,15 dollari canadesi per ogni busta di carta il primo anno e 0,25 dollari canadesi per il secondo. Bicchieri e utensili non saranno sottoposti al divieto ma i bicchieri vedranno un aumento di 0,25 dollari canadesi l’uno dal 2021.

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago