Di Giammarco Spirito

A due giorni dal grave infortunio, di prima mattina Valentino ha lasciato l’ospedale le Torrette di Ancona.
L’operazione riuscita con successo e ridurrà al minimo i tempi di recupero
Come ha garantito il prof. Raffaele Pascarella che ha operato il campione Della Yamaha ricomponendo tibia e perone. Insomma, addirittura in 30 giorni Rossi potrebbe riprendere gli allenamenti. Già al suo risveglio infatti,

Al risveglio infatti, Valentino, come è nel suo carattere, ha dispensato ottimismo per amici e fans “Voglio tornare per il Gp di Giappone!”.

L’incidente era avvenuto nel tardo pomeriggio di giovedì. Il campione pesarese in sella a una Enduro, quindi allenandosi in motocross, è caduto, avvertendo immediatamente un forte dolore alla gamba. Prontamente soccorso era stato ricoverato all’ospedale di Ancona, dove gli accertamenti avevano confermato la stessa frattura, tibia e perone della gamba destra, subita nell’incidente del 2010.

In quella occasione Valentino tornò alle gare dopo 40 giorni ma disse addio al Mondiale.

Stessa situazione di oggi. Rossi puntava molto sul GP di Misano per recuperare punti da Dovizioso (sono 17 le lunghezze di ritardo), ma adesso a conti fatti oltre a Misano, dovrà saltare sicuramente Aragon in Spagna (24 settembre), ma l’esito positivo dell’operazione e la gran voglia di correre di Rossi, apre spiragli per il Gp del Giappone (15 ottobre).

Insomma Mondiale saltato? E’ ancora presto per dirlo. Oltre a Dovizioso infatti va tenuto in conto che altri due agguerriti avversari, Marquez e Vinales, cercheranno di approfittare della jella di Rossi.

Valentino Rossi, 38 anni,  ha vinto in carriera 9 titoli mondiali, unico nella storia del Motomondiale a vincere il titolo in quattro classi differenti.

Articolo precedenteCHIUDE IL MERCATO. JUVE PIÙ RICCA, MA LA ROMA È SCHICK
Articolo successivoFOOD FOREST, CIBO DALLA FORESTA URBANA PER TUTTI.