ClimaEventi

Vaia day, l’8 novembre una giornata online per parlare di ambiente, futuro e resilienza

Condividi

L’8 novembre, a due anni dalla tempesta Vaia, si terrà il VAIA Day: una giornata online per discutere i temi cruciali della resilienza, del contrasto al cambiamento climatico, di un futuro più sostenibile, del rilancio della montagna e dei territori, attraverso l’economia circolare e l’imprenditoria sostenibile, il design, l’innovazione tecnologica.

A organizzare la giornata è la startup trentina VAIA, che recupera il legno degli alberi abbattuti dalla tempesta omonima nel 2018 per trasformarli in amplificatori naturali di design, avvalendosi della maestria degli artigiani delle Dolomiti e dando il suo contributo alla rinascita delle comunità ferite dalla tempesta.

Vaia, la startup che racconta la rinascita di un territorio

Questo non è un momento facile per la nostra comunità nazionale e per i nostri territori Ecco perché è ancora più urgente pensare al futuro che tutti insieme vogliamo costruire. – spiega Federico Stefani, CEO e co-fondatore della startup – Noi di VAIA vogliamo dare, nel nostro piccolo, un contributo, nella convinzione che dalla forza delle idee possa scaturire azione e cambiamento, e abbiamo deciso di organizzare un’intera giornata di confronto (online) sui temi dell’ambiente, dell’economia circolare, della resilienza, dell’imprenditoria sostenibile, del design”.

Strutturato in tre talk focalizzati su economia circolare, design e progettazione, difesa della biodiversità e dell’ambiente, curato e moderato dal saggista Gabriele Catania, il VAIA Day vedrà la partecipazione di speaker d’eccezione come il presidente di Aquafil Giulio Bonazzi, il presidente di Green Energy Storage Salvatore Pinto, Alessandro Santini vice direttore di Confindustria Trento, Ketty Paller CEO di UpSens, l’ingegnere Francesco Cattaneo, l’interior designer Alexandra Khnykina, lo scienziato di fama internazionale Giorgio Vacchiano, la naturalista Mia Canestrini, la scrittrice e viaggiatrice a cavallo Paola Giacomini, che nel 2018 ha attraversato le steppe dell’Eurasia – dalla Mongolia a Cracovia – da sola, con due cavalli mongoli. Parleranno anche i tre fondatori della startup VAIA: Federico Stefani al primo talk, Paolo Milan al secondo e Giuseppe Addamo al terzo.

Si comincia alle 10:30 con il primo talk sull’economia circolare, per continuare alle 14:30 con quello dedicato al design e alla progettazione, e alle 16:30 con quello su difesa dell’ambiente e della biodiversità. A conclusione, alle 18.30 i tre co-fondatori Federico Stefani, Giuseppe Addamo, Paolo Milan, vi aspettano online per un aperitivo informale e virtuale per un talk conclusivo dal titolo “Il Pianeta che vorrei”.

Vaia, 16.500 alberi adottati nelle aree colpite

Il VAIA Day sarà accessibile a tutti, trasmesso in streaming sulla pagina Facebook. La giornata è inserita all’interno del progetto “PIANETA CHE VORREI”, realizzato in collaborazione con l’associazione H2O+ e con il contributo di Fondazione Caritro-Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto.

(Visited 150 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago