Italpress

Vaccini, Figliuolo “Giugno il mese della svolta”

Condividi

ROMA (ITALPRESS) – “L’Italia quando fa squadra vince, non sono parole, sono fatti. Oggi supereremo le 35 milioni di somministrazioni e questo dà l’idea di cosa si stia facendo insieme, con le buone pratiche, come quelle di oggi”. Lo ha detto il generale dell’esercito e commissario all’emergenza Covid-19, Francesco Paolo Figliuolo, nel corso del suo intervento all’inaugurazione dell’Hub vaccinale all’Auditorium della tecnica nella sede di Confindustria a Roma. “Si costruisce una capacità a favore dei cittadini oltre 2500 punti vaccinali – ha aggiunto -. L’Italia ha già tutto, basta avere buona volontà e i numeri ci stanno dando ragione, oggi siamo al 91% degli over 80. Dobbiamo andare avanti”. “Ieri Aifa – ha ricordato Figliuolo – ha dato la possibilità di vaccinare dai 12 anni in su, ossia altri 2,3 milioni e su questo dobbiamo affidarci ai pediatri di libera scelta. A giugno daremo la spallata, il mese di svolta con oltre 20 milioni di vaccino in arrivo, stiamo distribuendo in queste ore oltre 3 milioni di dosi di Pfizer. Gli accordi sono stati fatti con tutte le associazioni, dal 3 cominceremo a vaccinare in maniera massima le classi produttive, fabbriche, aziende e tutto il settore turistico alberghiero”.
(ITALPRESS).

(Visited 11 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago