Attualità

USA, i parchi nazionali cominciano a riaprire ma con alcune limitazioni

Condividi

I parchi nazionali negli USA stanno iniziando a riaprire, seppur parzialmente, ma anche all’interno di essi sarà necessario rispettare le misure di distanziamento sociale.

I parchi nazionali negli USA si stanno riorganizzando per la riapertura, che verrà dilazionata nel mese di maggio. I primi ad aprire saranno il Parco nazionale di Yellowstone, condiviso tra lo Stato del Wyoming e quello del Montana, e il Grand Canyon National Park in Arizona.

 

USA, Alexandria Ocasio-Cortez presenta legge per coprire le spese funebri delle vittime del coronavirus

Il parco di Yellowstone, chiuso il 24 marzo per l’emergenza coronavirus, inizierà ad accogliere i turisti da lunedì 18 maggio. L’accesso sarà consentito solamente dai cancelli situati nel Wyoming, che ha chiesto al governo federale di poter riaprire il parco, mentre le entrate in Montana rimarranno ancora chiuse. Cam Sholly, sovrintendente del parco, ha spiegato che verranno installati dei segnali per incoraggiare il distanziamento sociale e solo in base al comportamento dei turisti sarà possibile stabilire un’apertura completa del parco. Il Grand Canyon National Park riaprirà la sua entrata a South Rim South dal 15 al 18 maggio.  Tuttavia l’entrata South Rim’s East, la Desert View, il Grand Canyon Village e altri tracciati meno famosi rimarranno chiusi. “La fase iniziale di riapertura aumenterà l’accesso al suolo pubblico in modo responsabile, permettendo ai turisti di visitare le aree più iconiche del parco senza esporre i residenti al pericolo del coronavirus” ha spiegato il sovrintendente del Grand Canyon National Park Ed Keable.

 

 

Innalzamento del livello del mare, negli Usa ci saranno 13 mln di profughi climatici

In Utah, l’apertura dei parchi sarà divisa tra le diverse fasi. Zion, il parco più famoso dello stato, riaprirà mercoledì 20 ma le navette che trasportano i turisti nelle aree più famose del parco non saranno attive. Anche i campeggi e le escursioni nella natura selvaggia rimarranno chiusi. I parchi di Arches e Canyonlands riapriranno quasi completamente il 29 maggio. Tuttavia il centro turistico e il percorso Arches Fiery Furnace rimarranno chiusi: “Questo percorso è così stretto da rendere impossibile il distanziamento. Non sappiamo quando potremmo riaprirlo” ha spiegato Angie Richman, membro dello staff del parco.

California, incendi in aumento: 60% in più rispetto allo scorso anno

Il  Rocky Mountain National Park in Colorado riaprirà il 27 maggio; le imprese ad Estes Park, la città che costeggia il parco utilizzeranno le due settimane che mancano all’apertura per mettere in atto i protocolli sul distanziamento. Nel distretto commerciale della città sarà obbligatorio indossare le mascherine anche all’esterno.

 

(Visited 33 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago