Influenza aviaria, UE: “Pronti i vaccini in caso di pandemia”

La Commissione Europea ha siglato un contratto con due case farmaceutiche per prenotare i vaccini contro una possibile pandemia di influenza aviaria. 

Continuano le preoccupazioni per la diffusione dell’influenza aviaria nel mondo. La Commissione Europea ha siglato un contratto con le case farmaceutiche Gsk e Seqirus UK per prenotare i vaccini contro una possibile pandemia del virus H5N1. A confermarlo è stato il portavoce dell’Esecutivo Comunitario, Stefan de Keersmaecker, durante un incontro con la stampa a Bruxelles.

Seguiamo con molta attenzione la situazione dell’influenza aviaria. Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) ha diffuso recentemente un risk assessment riguardante il virus. Dopo una dichiarazione di pandemia da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), le aziende farmaceutiche aggiornerebbero i vaccini sui ceppi virali che causano la malattia“, ha sottolineato Stefan de Keersmaecker.

E così, se il virus dovesse circolare tra le persone, le istituzioni dovrebbero essere pronte a contrastare immediatamente la patologia.

Solo negli ultimi mesi, l’influenza aviaria ha sterminato milioni di specie animali come gabbiani, leoni marini e otarie. Ma gli esperti temono che il virus H5N1 possa essere trasmesso all’uomo.