Umbria, aeroporto, impianto fotovoltaico per ridurre le emissioni

All’aeroporto dell’Umbria, risultati ottimi, sotto tutti punti di vista. A Novembre il 22% di passeggeri in più rispetto allo stesso mese del 2019 e nel 2023, il 15% di emissioni in meno di Co2.

Ancora dati in crescita per l’aeroporto internazionale dell’Umbria.

Novembre si è infatti chiuso con 19.775 passeggeri, pari ad una crescita del 22% rispetto al 2019, quando furono 16.203, e del 11% rispetto allo stesso mese del 2022 (17.879).

Il dato progressivo relativo al periodo gennaio – novembre fa segnare un totale di 510.471 transiti, con una crescita del +150 sul 2019 e del +45% sul 2022.

I numeri sono stati forniti dalla direzione del San Francesco d’Assisi.

Negli ultimi mesi lo scalo ha inoltre aderito al programma “Airport carbon accreditation“, promosso dall’Airport council international, che vede oltre 200 aeroporti europei impegnati in azioni per il clima con l’obiettivo di ridurre sensibilmente le emissioni di anidride carbonica.

In questo scenario, quello umbro, ha messo in essere le prime azioni volte al raggiungimento del “Net zero carbon emissions”, attraverso un percorso graduale che ha visto la recente realizzazione di un impianto fotovoltaico, che ridurrà il consumo annuo del 15% già nel corso di questo anno.

Grazie ai successivi interventi, previsti dal 2024 al 2027, si stima che la riduzione dei consumi passerà ad un 33% nel 2024 fino ad arrivare al 70% nel 2027.

Nel 2023, in sostituzione di due veicoli alimentati a combustibili fossili, sono state introdotte due auto elettriche a servizio delle operazioni dello scalo.

Per il 2024 è prevista inoltre l’implementazione di due nastri elettrici atti al caricamento in stiva dei bagagli e l’introduzione di un nuovo mezzo elettrico per il trasporto.

L’aeroporto ha inoltre ricordato che fino al 29 marzo sarà operativa la stagione Iata winter 2023-’24, con la novità dell’estensione da parte di Ryanair dei voli da e per Cagliari, che vengono operati anche nei mesi invernali con due frequenze settimanali programmate ogni venerdì e domenica.

Confermati inoltre i collegamenti Ryanair con Londra Stansted (tra le tre e le sei frequenze settimanali), Catania (tra le due e le tre volte a settimane) e Palermo (due volte.

Inoltre Wizz air ed Albawings operano i voli da e per Tirana rispettivamente con tre e due frequenze settimanali.