Home Attualità Ecco l’ufficio verde portatile per fare smart working nella natura

Ecco l’ufficio verde portatile per fare smart working nella natura

Ecco l'ufficio verde portatile per fare smart working nella natura

Un ufficio verde portatile per smart working nella natura. La postazione, ideata dai bambini di due scuole sarde, è stata presentata a Milano dalla presidente di WWF Italia, Daniela Ducato.

Un ufficio verde portatile per fare smart working immersi nella natura. A “inventarlo” sono stati i bambini delle scuole elementari di Guspini e di Nuraminis, nel Sud della Sardegna, durante il laboratorio “Il banco di scuola che vorrei”. Daniela Ducato, nuova presidente di WWF Italia e già al vertice di “Fondazione Territorio Italia”, ha presentato l’innovativa postazione a Milano nel corso del “Festival Green&Blue”.

L’ufficio verde portatile è stato realizzato con ritagli tessili e canne palustri. La postazione, che “abbraccia” gli alberi, può essere piantumata una volta esaurita la sua funzionalità. Un modo per nutrire il pianeta Terra, così da fare nascere nuovi semi.

L’ufficio verde portatile può pesare dai 150 ai 500 grammi. Proprio per questo il tavolino è facilmente trasportabile, magari in un giardino privato o in un parco cittadino. La scrivania consente al lavoratore di inviare mail o rispondere alle chiamate tra gli alberi.

L’ufficio verde nasce dalla creatività delle bambine e dei bambini. Ci siamo messi in ascolto per abbracciare i loro pensieri ed è nato un oggetto che abbraccia gli alberi. In Sardegna il mio ufficio abbraccia un albero di ulivo nel parco di Guspini, a Milano è nel giardino di Stazione Radio, un fazzoletto di terra vicino alla Stazione Centrale del capoluogo lombardo interessato da un progetto di rinaturazione“, ha dichiarato la presidente del WWF Italia, Daniela Ducato.

Articolo precedenteIn arrivo in Europa latte sintetico senza mucche. Buona o cattiva notizia per l’ambiente?
Articolo successivoGiornata mondiale degli oceani, uno sguardo allo stato di salute del Pianeta blu