Trivelle, Costa firma direttiva per dare alla Commissione Via-Vas strumenti preventivi di valutazione su ricerca e prospezione

Trivelle. “Un passo in più per garantire i cittadini e tutelare l’ambiente. Un atto pensato anche e soprattutto per il futuro, e per le prossime generazioni”.

Così il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha annunciato su Facebook la firma della direttiva per “dare alla commissione Via-Vas (Valutazione di impatto ambientale e Valutazione ambientale strategica), che è autonoma rispetto al ministro, strumenti preventivi di valutazione in ordine alla ricerca e alla prospezione, quindi alla trivellazione, specialmente nelle piattaforme offshore, quelle che si trovano nel mare per la ricerca di petrolio”.

Dire #NoTrivelle non basta

Sulle #trivelle conoscete tutti il mio pensiero e la mia posizione: come è scritto nel contratto di governo vogliamo defossilizzare il Paese e stiamo lavorando in questa direzione.Oggi facciamo un passo in più per garantire i cittadini e tutelare l’ambiente. Un atto pensato anche e soprattutto per il futuro, e per le prossime generazioni. Ad maiora semper

Pubblicato da Sergio Costa su Venerdì 22 febbraio 2019

Nel video pubblicato, firmando il documento con cui vengono stabilite ulteriori garanzie richieste alla Commissione, il titolare dell’Ambiente afferma che oggi è “un altro giorno importante per il paese”.

Costa ribadisce poi che “dobbiamo andare verso la de-fossilizzazione, è scritto nel contratto di governo” e che non e’ solo una “visione politica, ma significa anche costruire un mondo e un modo diverso di concepire la produzione”.

Questa direttiva, prosegue, “e’ uno strumento che serve, indipendentemente da chi e’ il ministro in quel momento, per anticipare le tutele ambientali prima ancora di un’eventuale autorizzazione che la commissione nella sua autonomia potrebbe rilasciare”.

Nel dettaglio, spiega Costa, “dove vanno a finire i rifiuti delle prospezioni, lo devo sapere prima e che tipologia di rifiuti sono, ma devo anche sapere quando le piattaforme vengono dismesse. Devo sapere quanto dura una estrazione 20 anni, 30 anni, 40 anni, c’e’ un tempo e lo devo sapere prima di autorizzare. Io devo garantire nella massima trasparenza – e i ministri che verranno in questo ministero – il cittadino sin dall’inizio di questo percorso”.

Trivelle, raggiunta l’intesa M5S-Lega. Costa: “aumento canoni e moratoria sono un primo passo”

Costa ha ribadito “quanto e’ importante che noi ci avviamo finalmente alla transizione piena
incondizionata dal sistema del carbon fossile al sistema nuovo delle energie alternative. Lo vuole fare tutto il mondo noi siamo leader anche tecnologicamente per farlo”.

“Non dalla sera alla mattina, non e’ che siamo dei pazzi, sappiamo che c’e’ un tempo – conclude – ma deve essere definito e che ci porta sempre di più verso il nuovo sistema. Quello che ci consente di dire che il pianeta e’ salvo. Questo e’ il mio impegno, e’ l’atto che sto firmando si può fare e si farà”.

(Visited 121 times, 1 visits today)

Leggi anche

Diventa Green!