Roma e Dintorni

Treno della neve, da Roma a Roccaraso su carrozze anni ’30. Biglietti, orari e prezzi

Condividi

 Treno. Viaggiare da Roma a Roccaraso su un treno d’epoca anni ’30? Oggi si può. Dal 23 febbraio fino al 10 marzo, ogni sabato mattina alle 10 il treno della neve partirà dalla stazione di Roma Termini e permetterà ai viaggiatori di visitare Sulmona, soggiornare nelle strutture convenzionate a tariffe agevolate e la domenica, proseguire il viaggio sulla “Transiberiana d’Italia” verso i borghi di Rivisondoli, Pescocostanzo, Palena e Roccaraso.

Qui, i viaggiatori potranno trascorrere una giornata sulla neve.

La domenica sera, le eleganti e comode carrozze anni ’30 e ’40 riprenderanno il loro viaggio da Roccaraso, con arrivo diretto previsto per le 22.05 alla stazione di Roma Termini.

Per i viaggiatori che arrivano in treno da Roma, sarà possibile pernottare a Sulmona, dove l’associazione Le Rotaie proporrà ai viaggiatori delle speciali tariffe riservate.

L’associazione è contattabile a questo indirizzo mail o chiamando il numero 340 0906221.

biglietti del treno della neve, con servizio di prima e seconda classe, saranno in vendita a partire da giovedì 21 febbraio nelle biglietterie e nei self service delle stazioni ferroviarie, nelle agenzie di viaggio abilitate e sul sito trenitalia.com. Sarà inoltre possibile acquistare i biglietti anche a bordo treno, senza alcuna maggiorazione di prezzo, in relazione alla disponibilità dei posti a sedere.

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago