Torino, 27enne in sciopero della fame contro la crisi climatica

58
0

Ruggero, un attivista 27enne di Extinction Rebellion è in sciopero della fame a Torino per mantenere alta l’attenzione sulla questione della crisi climatica.

Un attivista di 27 anni di Extinction Rebellion – il gruppo che negli ultimi mesi ha più volte bloccato il raccordo anulare a Roma per protestare contro l’inerzia del governo per combattere la crisi climatica – ha cominciato oggi uno sciopero della fame.

A Piazza Castello a Torino, l’attivista per il clima ha dichiarato che si troverà in quel luogo tutti i giorni dalle 9 alle 15 “perché mi rifiuto di essere passivo dinanzi a queste operazioni di greenwashing politico”.

Il riferimento, spiega, è alla Dichiarazione di emergenza climatica approvata nel 2020 dalla Regione Piemonte.

“In seguito a quella dichiarazione – spiega l’attivista di Extinction Rebellionnon ha fatto seguire azioni concrete a quelle che sono le parole gravi della prima parte della dichiarazione di emergenza climatica”.

“Berrò solo liquidi, fin quando non sarà convocato un Consiglio regionale aperto, in cui si parlerà del ruolo della Regione, del modo in cui davvero ha intenzione di andare incontro alle problematiche della crisi ecologica, la Regione deve ascoltarci e assumersi le responsabilità della propria inazione”, ha concluso il giovane attivista.

Articolo precedenteGrenoble è la capitale verde europea per il 2022
Articolo successivoAustralia, incendio lungo 6mila anni in un deposito naturale di carbone