Breaking News

TORINO-ATALANTA 1-1, BENEVENTO-MILAN 2-2, BRIGNOLI EROE, IL PORTIERE IN GOL AL 95′

Condividi

Roma. Clamoroso a Benevento!  Nel match delle 12.30 il nuovo milan di Gattuso impatta in un 2-2 rocambolesco contro il Benevento che ottiene il primo punto in classifica. I campani pareggiano all’ultimo minuto di recupero con il gol del portiere Brignoli, che su calcio di punizione gonfia la rete con uno spettacolare colpo di testa. Nel primo tempo il milan era passato in vantaggio al 38′ con Bonaventura, pareggio del Benevento nella ripresa al 51′ con Puscas. Sei minuti più tardi Milan di nuovo in vantaggio con un colpo di testa di Kalinic, ma al 76′ un’ingenuità di Romagnoli gli costa la doppia ammonizione e Milan in inferiorità numerica. Al 95′ l’apoteosi: punizione di Cataldi e colpo di testa in torsione di Brignoli, numero 1 del Benevento, che regala il primo punto stagionale ai suoi. Esordio amaro per Gattuso sulla panchina del Milan, siamo sicuri che Montella era il vero colpevole?!

Nell’unico anticipo di questo sabato di Serie A il Torino impatta nel classico pareggio con l’Atalanta 1-1, con vantaggio granata di N’Koulu su cross da corner di Lajic (46°). Il pareggio atalantino nella seconda metà della gara, ad opera di Ilicic al 54°, con l’attaccante granata che sul filo del fuorigioco si invola su assist di Petagna e infilza Sirigu grazie anche alla difesa granata immobile.

Era in un match che sapeva d’Europa, sfida importante per valutare le ambizioni delle due squadre dopo un inizio di stagione altalenante. Nel 111 anno dalla fondazione del club e ancora una prova non convincente degli uomini di Mihajlovic, allenatore sempre meno sulla cresta del’onda.

Sul pareggio dei bergamaschi il Toro rischiava di sciogliersi prima della neve caduta in nottata su tutta Torino. Prima Petagna, poi Ilicic arrivavano ad un passo dal gol -sorpasso.

Poi al 31 la fiammata granata con Belotti ad un passo dal gol salvato da un ottimo Berisha

 

 

 

 

 

 

 

(Visited 257 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago