Breaking News

NADIA TOFFA MIGLIORA “BELLA BOTTA MA TENGO DURO”

Condividi

Roma. Nadia Toffa migliora. Dall’ospedale San raffaele di Milano arrivano notizie confortevoli. La Jena colpita da malore a Trieste e trasportata nella notte in elisoccorso a Milano i fa viva attraverso Facebook dove ha postato una foto con le due mani in segno di vittoria e un saluto  “E’ stata una bella botta, ma tengo duro. Adesso parlo con i medici per capoire meglio questa scocciatura.  Questa sera mi guardo le Iene da questo lettino e vedrò cosa fanno senza di me…”

Insomma, si conferma quanto avevano detto “E’ vigile e cosciente” i medici milanesi in mattinatache la tengono costante mente sotto osservazione, riservandosi però la prognosi.

Nadia Toffa, volto noto delle Jene, con quel sorriso accattivante e coinvolgente, era stata ricoverata improvvisamente nel pomeriggio all’ospedale Cattinara a Trieste.

Dopo le prime cure nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale friulano, la Toffa in nottata era stata trasferita in elisoccorso all’ospedale San Raffaele di Milano.

La conduttrice del noto programma satirico di Italia1 si è sentita male verso le 14 nella hall dell’albergo Victoria dove alloggiava,  perdendo i sensi. I soccorsi sono stati immediati, e la Toffa è stata trasportata in ospedale e ricoverata  in prognosi riservata.

La Toffa, nata a Brescia 38 anni fa,  era con le Jene da otto anni, partendo come semplice inviata di strada, poi con la sua immediata simpatia, ma soprattutto per la capacità professionale che le ha permesso nel tempo di proporre al grande pubblico vicende e personaggi su cui sapeva costruire storie di denuncia e ma anche di grande umanità.

Era diventata particolarmente nota al grande pubblico per le indagini, da vera inviata d’assalto, sulle truffe compiute dalle farmacie ai danni del Servizio sanitario nazionale, sullo sfruttamento minorile e la tratta di tante ragazze dall’est, sullo smaltimento dei rifiuti in Campania, sul business delle slot machines.

Insomma, una attività  tutto campo che spesso la portava in Friuli, dove aveva cercato di intervistare anche la governatrice della regione Deborah Serracchiani, con la quale aveva avuto anche una serie di confronti molto accesi.

La direzione sanitaria dell’ospedale Cattinara, in un primo comunicato ha confermato la gravità della situazione affermando che la Toffa “è in prognosi riservata per patologia cerebrale in via di definizione”.

Poi nella tarda serata si è deciso di trasferirla in elisoccorso a Milano, all’ospedale San Raffaele, specializzato in queste emergenze patologiche,  nonostante il forte vento di bora che stava tirando su tutta Trieste, ne sconsiglierebbero il trasbordo.

Nel pomeriggio, sulla pagina Facebook delle Jene è comparso un breve comunicato in cui si afferma, “La nostra Nadia non sta bene, ci stiamo occupando di lei. Vi terremo informati”.

Attualmente la Toffa è uno dei tre conduttori della puntata domenicale del programma insieme a Giulio Golia e Nicola Savino.

 

(Visited 300 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago