In seguito all’ordinanza del Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che impone ad AMA Spa di portare avanti il revamping (ammodernamento) dell’impianto di Trattamento Meccanico Biologico di Rocca Cencia, Roma Capitale, su input della sindaca Virginia Raggi, il Campidoglio ha chiesto che l’impianto sia sottoposto a Valutazione di Impatto Ambientale.

“Come garante della salute pubblica – ha spiegato l’Assessora ai Rifiuti e al Risanamento Ambientale, Katia Ziantoniè dovere dell’Amministrazione attivare tutte le procedure consentite dalla legge e dalla giurisprudenza per salvaguardare i cittadini e l’ambiente. Le ben note problematiche dell’area industriale, che sorge entro i 500 metri da numerosi centri abitati, non possono continuare ad essere ignorate”.

Rifiuti, una startup promette un riciclo immediato degli scarti alimentari

“I miasmi, percepiti nel raggio di 5 km in linea d’aria dall’impianto interessano una popolazione di circa 200.000 abitanti, ovvero la quasi totalità del Municipio – spiega ancora l’assessora – Roma Capitale aveva già previsto, attraverso il nuovo piano industriale di Ama Spa, le alternative all’impianto di Rocca Cencia, destinando il sito al recupero delle sole frazioni secche (carta, plastica e metalli) a servizio dell’area Est di Roma”.

Rifiuti, installazione plastic free alla mostra Scala Bovolo di Venezia

“ Dopo la richiesta di una discarica all’interno della città di Roma, il Presidente Zingaretti – conclude Ziantoni – continua ad indicare sempre gli stessi territori, privilegiando strade facili ad una pianificazione razionale, rispettosa dell’ambiente e dei suoi cittadini”.

Articolo precedenteQuirinale, Mattarella nomina P.Angela Cavaliere di Gran Croce
Articolo successivoConcerie, salta il voto sull’abolizione dell’emendamento