Attualità

TIDE POD CHALLENGE, UNA NUOVA E FOLLE MODA TRA I GIOVANI. DI COSA SI TRATTA? RISCHI E PERICOLI

Condividi

Tide pod challenge. Di Giorgia De Vita. Sembra essere scoppiata una nuova moda tra i giovani americani, ma non si tratta più di un semplice gioco. A partire dal 2016 sono stati registrati 179 casi di avvelenamento con detergente per bucato attraverso l’ingerimento di piccole capsule preconfezionate chiamate Pods.

Un numero in crescita, se si pensa che nel primo anno i casi furono 36, nel secondo 57 e solamente nelle prime tre settimane del 2018 se ne contano 86. Il “trend” nasce subito dopo il primo rilascio del prodotto sotto la marca Tide nel 2013, piccole battute e articoli riguardanti l’ingestione delle capsule riscuotono un lieve successo per poi passare in secondo piano.

Nel 2017 riprende piede e vengono pubblicati alcuni video in cui attraverso la simulazione della così detta “challenge”, ovvero mangiarle,  se ne  sconsiglia vivamente l’assunsione. Purtroppo l’avvertimento sia da parte degli utenti che delle autorità competenti non é bastato a fermare le pazze imprese spesso riprese e pubblicate su svariate piattaforme.  Le gravi conseguenze però non hanno fermato le continue battute e foto di cibi “conditi” di Pods, aumentando radicalmente la loro popolarità.

Molte aziende e reti social si sono mosse per contrastare il fenomeno. La stessa Tide da sempre sotto accusa per la pericolosità delle capsule e ora ancor di piú. Ha preso misure drastiche, disponendo le confezioni nei supermercati in scatole sigillate. Mentre sul web, Facebook, YouTube e Amazon, oltre ad eliminare i video, i commenti e le recensioni che paragonano le Pods a degli snack, hanno lanciato una campagna informativa sui rischi.

Infatti, l’ingestione di detergente, oltre a provocare seri danni allo stomaco, influisce sulla pressione sanguigna provocando un collasso totale degli organi interni. I medici sconsigliano categoricamente ogni tipo di assunzione. Fortunatamente prevale il buon senso e confrontandola con altre challenge la sua popolarità sembra ristretta. Basta infatti leggere le avvertenze sulla confezione per comprendere la pericolosità delle capsule sulla salute.

Nonostante ciò fenomeni di questo tipo non devono essere sottovalutati perché la loro velocità di propagazione é molto più rilevante del fenomeno stesso.

(Visited 370 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago