Good NewsRomaScienza e Tecnologia

Un tg per denunciare il degrado del Tevere, la scuola di Roma vince il premio StelvioLab

Condividi

Un tg per denunciare il degrado del Tevere. Con questo progetto, una scuola di Roma si è aggiudicata il primo premio al concorso StelvioLab.

Con un tg hanno denunciato il degrado del Tevere e si sono aggiudicati il primo premio al concorso StelvioLab, indetto l’anno scorso dal Parco Nazionale dello Stelvio e dall’Azienda per il Turismo Val di Sole. I ragazzi della 1F dell’Istituto Comprensivo Leonardo da Vinci di Roma, coordinati dal professor Alessandro Bitetti, hanno realizzato un vero e proprio telegiornale in cui si denuncia la situazione di inquinamento del maggior fiume della Capitale, proponendo anche le soluzioni e i vantaggi per la cittadinanza che scaturirebbero da un suo recupero.

StelvioLab nasce come un progetto di didattica ambientale a distanza, che ha coinvolto studenti provenienti da tutta Italia e mira, tramite videolezioni ed incontri virtuali con esperti, ad approfondire temi chiave nel rapporto tra ecologia, economia ed ecosistemi montani. “I ragazzi che hanno partecipato hanno dimostrato idee, impegno e dedizione che ci hanno veramente commosso. La qualità dei loro lavori dimostra quanto sia radicata la sensibilità ambientale nelle nuove generazioni. Noi adulti dobbiamo imparare da loro ed essere in grado di offrire proposte all’altezza delle loro richieste, a cominciare dalla riduzione dell’impatto ambientale“, spiega Fabio Sacco, direttore dell’Azienda per il Turismo Val di Sole.

Scuola, Scuolab e climate science portano l’innovazione tra i banchi

I ragazzi della scuola media romana, con il loro lavoro, hanno vinto un viaggio di istruzione di quattro giorni in Val di Sole, che potranno fare nel prossimo anno scolastico. A valutare i progetti degli studenti una commissione di esperti di marketing territoriale, ambiente e giornalismo, ma anche il pubblico che ha potuto vedere e giudicare gli elaborati multimediali su Facebook. Oltre al primo premio vinto dagli studenti romani, ci sono stati altri riconoscimenti. Lo riporta anche La Repubblica.

Il premio speciale per la creatività è andato alla 1C dell’Istituto Comprensivo Alta Val di Sole di Ossana, con il filmato ‘Un giallo nel Parco’: una sorta di romanzo giallo, concepito come un servizio giornalistico di cronaca nera, racconta di una pecora scomparsa e avvistata in compagnia di un lupo. La sua originalità, con un importantissimo messaggio finale che richiama alla necessità di un equilibrio tra uomo e altri animali, ha conquistato la giuria. Gli studenti della classe 1ª Turismo dell’Istituto Mazzocchi di Ascoli Piceno ha invece vinto il premio per la ricerca scientifica, con un servizio sulla ristrutturazione del Rifugio Zilioli avvenuta grazie ad una progettazione a basso impatto ambientale.

Pfas in piatti e posate compostabili: paura nelle mense scolastiche

Romano Stanchina, dirigente Servizio Sviluppo Aree Protette della Provincia autonoma di Trento, ha spiegato: “Il progetto StelvioLab è stato concepito per rispondere alla fame di conoscenze ambientali degli studenti italiani. Le aree protette come la nostra devono accentuare la loro mission divulgativa, per il futuro dell’Italia e per la transizione ecologica è senz’altro un ottimo investimento“.

(Visited 15 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago