“I lavori sulla pista ciclabile del Lungotevere stanno andando avanti. È quasi tutto pronto. Manca la segnaletica orizzontale su tutto il tratto di circa 5 chilometri” – scrive in un post sulla sua pagina Facebook l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Roma, Linda Meleo.

“Siamo pronti a realizzarla – si legge ancora – e abbiamo scelto il colore migliore della pista: un grigio chiaro funzionale al contesto urbano nel quale la pista è inserita”.

L’assessore capitolino ha poi spiegato che il Comune è in attesa dell’ok definitivo da parte delle sovrintendenze, gli organi competenti, senza il quale non è possibile procedere con il completamento delle operazioni.

“I tanti ciclisti che la percorrono ogni mattina per recarsi sul posto di lavoro, fare una passeggiata o sport all’aria aperta – scrive ancora Meleo – già possono notare la differenza rispetto al passato. Dopo tanti anni stiamo riqualificando un percorso ciclabile abbandonato, pericoloso in alcuni tratti, che finalmente può essere utilizzato in sicurezza”.

In un altro Post, accompagnato da un video in cui percorre la pista ciclabile, l’assessore ai Lavori Pubblici risponde alle accuse di Matteo Salvini e Carlo Calenda, spiegando che:

  1. È un lavoro di manutenzione ordinaria per ripristinare solo ed esclusivamente il manto che GIÀ’ ESISTEVA, ormai ridotto a pezzi dopo oltre 10 anni di mancata manutenzione.
  2. Il manto di asfalto è stato progettato per quel tratto nel 2008, in epoca Veltroni come si legge da questo articolo (https://roma.repubblica.it/…/piste-ciclabili…/1426722 ), e realizzato nel 2009 in epoca Alemanno. Mi chiedo quindi chi oggi critica, dove fosse all’epoca in cui si trovava come forza politica al governo della città (Zingaretti se lo ricorda?)
  3. L’intervento è importante per la sicurezza di tutte le persone che si muovono in bici, sui monopattini, a piedi, con le carrozzine per i bimbi, con i pattini ecc.
  4. Abbiamo identificato, su mio input, attraverso il dipartimento SIMU, alcune soluzioni, parte dei lavori in corso, per rendere il primo asfalto steso di colore simile a quello del sanpietrino. Le prove sono in corso, attendiamo ora un ok da parte degli enti preposti. Se avete modo di passare in prossimità di Ponte Regina Margherita, date un’occhiata e ditemi cosa ne pensate!
  5. Tanti cittadini sono molto soddisfatti di questa manutenzione, me lo hanno detto anche oggi durante il giro che ho fatto in bici.

Tevere, la polemica dietro la colata d’asfalto: quel pezzo di strada esiste da trent’anni

Nei giorni scorsi infatti, i lavori sulla pista ciclabile sul Lungotevere avevano scatenato non poche polemiche. Le immagini della colata d’asfalto hanno fatto il giro del web “indignando” utenti e cittadini.

A rispondere alle polemiche è anche il Consigliere Capitolino, Paolo Ferrara che pubblica una foto tratta dal film ‘La Grande Bellezza” in cui si vede sullo sfondo la pista ciclabile sul Tevere.

https://www.facebook.com/Ferrara.Paolo.Roma/posts/4166474540070285

 

Articolo precedenteCoronavirus, 9.116 nuovi casi e 305 decessi in 24 ore
Articolo successivoFranceschini “La cultura sta ripartendo in sicurezza”