Terni, Provincia impegnata per riqualificare il patrimonio

Provincia di Terni, concorsi di progettazione per la riqualificazione e il recupero del patrimonio ed il miglioramento viario
La presidente Pernazza ed il consigliere Armillei hanno illustrato l’avviso pubblico emanato dalla Provincia.

 

La Provincia di Terni punta sulla riqualificazione, il restauro e la rifunzionalizzazione dei beni di proprietà e sul miglioramento di alcune direttrici viarie strategiche per il territorio.

Lo fa anche attraverso l’avviso pubblico che la presidente della provincia Laura Pernazza, insieme al consigliere delegato alle opere pubbliche e viarie, Sergio Armillei, ha presentato in conferenza stampa

La presidente Laura Pernazza intervistata da Teleambiente ha dichiarato: “I concorsi di progettazione sono rivolti principalmente a progettisti, a professionisti che possono mettere la loro professionalità e le loro idee a disposizione in obiettivi di ristrutturazione e rivalorizzazione del patrimonio della provincia di Terni che è così vasto e sconta anni di abbandono”

“Contiamo quindiha proseguito la presidentedi poterci investire intercettando così i fondi del Pnrr, fondi regionali, project financing, fondi gal che possiamo intercettare, avendo una base di partenza di progetti”

Sono cinque concorsi di progettazione all’interno di un vasto programma che permetterà alla Provincia di reperire le risorse necessarie a realizzare le opere.

La presidente  ha inoltre  spiegato: “L avviso riguarda: l’ex Globus Tenda di Viale Trieste a Terni, la viabilità di collegamento dalla ex SS 79 allo svincolo di Piediluco della SS 79 bis Terni-Rieti e che attualmente non è percorribile da mezzi pesanti, la riqualificazione delle strutture scolastiche e sportive di Ciconia di Orvieto, l’ex fonderia didattica dell’Itt di Terni e la Rocca Albornoz di Piediluco”.

Alle parole di Laura Pernazza, sono seguite quelle del consigliere provinciale Sergio Armillei: “Un’opportunità per tutti i professionisti, che possono esprimersi, sono progetti importanti che speriamo portino alla riqualificazione di queste opere abbandonate da anni, opere a cui, chi ci ha preceduto, non ha mai dato la considerazione che invece avrebbero meritato”

L’avviso pubblico scade il 18 Febbraio 2023

Articolo precedentePatrick Zaki cittadino onorario di Roma
Articolo successivoLazio, elezioni regionali il 12 febbraio 2023