Termovalorizzatore Santa Palomba, Zuccalà: “Se fosse davvero green andrebbe bene al centro di Roma come a Pomezia”

173
0

Termovalorizzatore Pomezia, sebbene al momento si tratti solo di un’ipotesi, Adriano Zuccalà, non ci sta e chiede sia ripensato il modello di gestione dei rifiuti.

Adriano Zuccalà, sindaco di Pomezia, comune che confina con Santa Palomba, zona di Roma in cui si vocifera potrebbe sorgere il nuovo termovalorizzatore di Roma, spiega a TeleAmbiente le sue ragioni: “La questione non è se fare l’inceneritore a Santa Palomba o farlo in qualsiasi altro comune ,perché altrimenti andremmo contro l’ipotesi di avere un’economia circolare che possa trattare in maniera diversa la gestione dei rifiuti.

Se il termovalorizzatore andasse bene al centro di Roma andrebbe bene anche al confine con Pomezia. Non so come un termovalorizzatore possa essere considerato green, si possono applicare tutti i filtri possibili al termine di questo trattamento, ma inevitabilmente entrano dei rifiuti ed escono scorie, polveri, che vengono raccolte all’interno di filtri che poi devono essere smaltiti.

È comunque un inceneritore. Gualtieri oltre ad essere il sindaco di Roma è anche sindaco della Città Metropolitana di Roma, di cui Pomezia, Albano e Ardea fanno parte quindi ci dovrebbe essere un confronto su questa ipotesi di realizzare un impianto ai confini dei nostri comuni”.

Articolo precedenteRoma, tartaruga azzannatrice catturata in un condominio
Articolo successivoAddio a Nepal, il “cane alpinista”. Il proprietario Andrea Scherini: “Sei stato un amico sincero e fedele”