Home Good News Tbh, Will di Stranger Things lancia la crema spalmabile vegana e sostenibile

Tbh, Will di Stranger Things lancia la crema spalmabile vegana e sostenibile

Tbh, Will di Stranger Things lancia la Nutella vegana

L’attore Noah Schnapp, reso celebre dalla serie tv Netflix “Stranger Things”, lancia la crema spalmabile Tbh, un’alternativa alla più famosa crema spalmabile

Noah Schnapp, alias il timido Will di Stranger Things, ha lanciato una crema spalmabile sostenibile e vegana che sarebbe un’alternativa alla più celebre delle creme alla nocciola, la Nutella.

Questa proposta green però, sembrerebbe più salutare della rivale italiana. Infatti, stando alle informazioni sul sito che raccoglie fondi per la statup Tbh – To Be Honest – questo il nome della crema vegana ideata da Will – il goloso snack contiene meno della metà degli zuccheri e più proteine della sua famosa rivale.

Tbh, cosa contiene la crema spalmabile vegana e sostenibile?

Ma cosa contiene la crema spalmabile dell’attore? Oltre al fatto che i grammi di zucchero sono 10 per 37 di prodotto, la crema “onesta” è fatta da: nocciole, zucchero biologico, proteine ​​di piselli, olio di girasole, fibra di mais solubile, cacao in polvere biologico, burro di cacao, liquore al cacao, lecitina di girasole, aromi naturali e frutta di monaco.

Molti degli ingredienti quindi, differiscono dalla Nutella, che Schnapp adorava, come racconta al sito Let’s eat cake:”Ho sempre adorato la Nutella, quindi sono rimasto scioccato nell’apprendere che il suo primo ingrediente era lo zucchero e il secondo ingrediente era l’olio di palma“.

Un ingrediente estremamente dannoso per l’ambiente, visto che è fra le principali cause della deforestazione in diverse parti del mondo.

Tbh punta quindi a diventare un’alternativa 100% vegetale alla Nutella.

L’obiettivo del progetto, che sulla piattaforma di Crowdfunding Republic – scelta per lanciare il prodotto – ha raccolto circa 350mila dollari, è quello di “ricreare il sapore che conosciamo ed amiamo, con ingredienti di alta qualità che siano migliori per il pianeta”.

L’idea del co-protagonista di Stranger Things Will sembra essere stata apprezzata dal pubblico statunitense, visto il successo che ha avuto la raccolta fondi su Republic.

Articolo precedenteRoma, presentato il libro “Antonio Cederna: un giro d’orizzonte”
Articolo successivoLazio, al via la formazione per gli Ambasciatori della Transizione ecologica