tassonomia verde parlamento europeo dice no a gas e nucleare

Le commissioni Ambiente e Affari economici del Parlamento europeo dell’Eurocamera hanno detto il loro no all’inserimento di gas e nucleare tra le fonti di energia considerate ecosostenibili (come proposto dalla commissione)

Il Parlamento europeo ha detto il primo no all’inserimento di gas e nucleare nella tassonomia verde, la lista di fonti di energia considerate ecosostenibili dall’Unione europea.

La proposta di inserire il gas naturale e l’energia prodotta con fissione nucleare (in attesa della innovativa e sostenibile tecnologia relativa alla fusione nucleare) nel novero delle fonti green era arrivata dalla commissione europea il Parlamento europeo sembra non essere d’accordo con l’esecutivo Ue.

Tassonomia verde, no a gas e nucleare dalle commissioni Ambiente e Affari economici del Pe

Il no al gas e al nucleare non è definitivo. A pronunciarlo, infatti, sono state – a maggioranza – le commissioni Ambiente e Affari economici del Parlamento europeo. Dunque non la plenaria dell’Eurocamera.

Il voto definitivo sulla proposta di considerare gas e nucleare delle fonti “di transizione” (e dunque prevedere dei benefici come per le fonti rinnovabili) arriverà il mese prossimo quando i 704 europarlamentari saranno chiamati a dire la loro sulla questione.

Articolo precedenteIl canto dei galli disturba? E in Italia partono lettere di minacce ai proprietari e petizioni
Articolo successivoDalla Cina arrivano i nuovi parcheggi per auto simili a “distributori automatici”. Ecco come funzionano