Tartarughe marine, strage a Bari. Decapitate per superstizione. Wwf: “Questi killer vanno fermati”

Tartarughe. Ritrovati decapitati  sulle spiagge nel tratto di costa compreso fra Trani e Bari altri due esemplari di tartaruga Caretta caretta. A lanciare l’SOS i volontari del WWF. Sembra che tra i pescatori si sia diffusa una sorta di superstizione seconda la quale trovarle nella rete porterebbe sfortuna.

Sono già 5 in appena una manciata di giorni le carcasse di tartarughe marine ritrovate spiaggiate senza testa  sul litorale tra Bari e Trani, una  vera e propria strage. Secondo il Centro recupero tartarughe marine Wwf Molfetta “Il cerchio dei sospettati si sta stringendo grazie all’intervento delle Forze dell’Ordine ad alla collaborazione dei cittadini. Questi killer vanno fermati! Anche perché dagli animali agli esseri umani il passo è breve: quindi condividiamo e circondiamo gli assassini con le loro stesse malefatte!  E chiunque abbia informazioni utili a fermare lo stragista di tartarughe si faccia sentire contattandoci su questa pagina”.

Le tartarughe caretta caretta sono una specie protetta proprio perché a rischio estinzione. Molte rimangono intrappolate e muoiono nelle reti da pesca  ma sembra che tra i pescatori sia diffusa una sorta di superstizione seconda la quale trovarle nella rete porterebbe sfortuna.

Plastica e rifiuti continuano a fare vittime. Trovata morta una tartaruga nel Cilento

“C’era giunta voce che c’erano alcuni pescatori del nord Barese che uccidevano le tartarughe marine che trovavano impigliate nelle loro reti – ha raccontato il responsabile Pasquale Salvemini alla Gazzetta del Mezzogiorno –  La motivazione è ancora più sconvolgente: sembra che alcuni pensino che porta male trovare una tartaruga tra le reti, che portino con se la sfortuna di pescare poco nei giorni a venire”.

Adotta una tartaruga marina

Un gesto “sacrificale” legato a una superstizione: ecco come ancora l’uomo per motivi futili riesce a distruggere con le sue mani l’ecosistema.

Plastica, i rischi per le specie selvatiche. Dati report Wwf 2018

(Visited 330 times, 1 visits today)

Leggi anche

Diventa Green!