Catturato a Roma un altro esemplare di tartaruga azzannatrice. È il secondo caso in pochi giorni, si teme una possibile colonia nella zona nord della Capitale.

A distanza di pochi giorni, è stata catturata un’altra tartaruga azzannatrice alle porte di Roma, si teme ci possa essere una colonia. Infatti, sul territorio limitrofo alla Capitale, in questi ultimi giorni sono cresciuti gli avvistamenti di esemplari del rettile, appartenente alla famiglia Chelydra serpentina.

Il primo caso risale a qualche giorno fa, quando una tartaruga azzannatrice è stata trovata nel giardino di un’abitazione a Capena. Il secondo esemplare invece, è stato ritrovato il 21 maggio nelle campagne vicino la strada provinciale che collega Capena al vicino Comune di Morlupo. La tartaruga si trovava in mezzo all’erba a livello stradale.

La località alle porte di Roma, dista in linea d’aria poco più di un km dal punto in cui è stato intercettato il primo esemplare. Ad allertare il pronto intervento per le emergenze ambientali una ragazza che, vista la risonanza mediatica del primo ritrovamento, ha chiamato subito il 1515.

Catturata tartaruga azzannatrice a Roma, l’esperto: “È probabile una colonia vicino al Tevere”

Anche questa volta è arrivato sul posto l’esperto zoofilo Andrea Lunerti, che ha catturato il rettile insieme ai carabinieri forestali.

“Occorre rinnovare l’invito a prestare la massima attenzione, affinché i bambini non tocchino questi esemplari, nè cerchino di prenderli – ha ricordato Lunerti – perché a seconda delle loro dimensioni possono recidere le falangi di un bambino o di un adulto”.

Ci potrebbe essere una probabile zona di riproduzione vicino al Tevere, ha spiegato Lunerti: “È probabile che vista la vicinanza del Tevere questi esemplari abbiano iniziato a riprodursi”.

Si teme quindi che questi due ritrovamenti non siano casi sporadici ma i primi di una lunga serie, data anche la vicinanza tra i luoghi dove le tartarughe sono state avvistate.

In Italia, la vendita e la detenzione di questa specie, originaria del nord America, è vietata. L’esemplare catturato verrà trasferito al centro di recupero situato nel Comune di Latina.