La denuncia in un video girato a Taranto dal consigliere comunale Massimo Battista:  “Nelle nostre acque muoiono pesci e gabbiani, assassini!”.

Questa mattina nelle acque di Taranto, davanti al molo polisettoriale dove ArcelorMittal scarica minerali e Carmed scarica PetCoke, sono stati trovati pesci e gabbiani morti che galleggiavano in una schiuma rossa.

A denunciare l’accaduto Massimo Battista, consigliere comunale della città, che ha immortalato con un video il disastro ambientale in corso.

Taranto, la storia di una città divisa tra salute e lavoro. Intervista esclusiva ad Alessandro Marescotti

Ho prontamente allertato le autorità competenti (Capitaneria di Porto) affinché intervengano quanto prima. Impossibile però non fare una riflessione, grazie alla complicità dello Stato italiano, il nostro mare, la nostra salute è in ginocchio. – scrive Battista in un post sulla sua pagina Facebook – Cosa si aspetta ancora per intervenire in modo deciso per fermare questo scempio? Le vostre minacce non mi spaventano. La vera mafia siete voi, ASSASSINI”.

A Taranto mancano i pediatri ed intanto i bambini si ammalano e muoiono

Articolo precedenteCarnevale di Viareggio 2020, tra i carri allegorici sfila anche Greta Thunberg
Articolo successivoInsetti, invasione di locuste: la Somalia dichiara l’emergenza nazionale