AttualitàInquinamento

Taranto, pesci e gabbiani morti a causa del mare inquinato VIDEO

Condividi

La denuncia in un video girato a Taranto dal consigliere comunale Massimo Battista:  “Nelle nostre acque muoiono pesci e gabbiani, assassini!”.

Questa mattina nelle acque di Taranto, davanti al molo polisettoriale dove ArcelorMittal scarica minerali e Carmed scarica PetCoke, sono stati trovati pesci e gabbiani morti che galleggiavano in una schiuma rossa.

A denunciare l’accaduto Massimo Battista, consigliere comunale della città, che ha immortalato con un video il disastro ambientale in corso.

Taranto, la storia di una città divisa tra salute e lavoro. Intervista esclusiva ad Alessandro Marescotti

Ho prontamente allertato le autorità competenti (Capitaneria di Porto) affinché intervengano quanto prima. Impossibile però non fare una riflessione, grazie alla complicità dello Stato italiano, il nostro mare, la nostra salute è in ginocchio. – scrive Battista in un post sulla sua pagina Facebook – Cosa si aspetta ancora per intervenire in modo deciso per fermare questo scempio? Le vostre minacce non mi spaventano. La vera mafia siete voi, ASSASSINI”.

A Taranto mancano i pediatri ed intanto i bambini si ammalano e muoiono

(Visited 125 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago