Scienza e Tecnologia

SVEZIA-ITALIA, CRESCE L’ATTESA PER LO SPAREGGIO DI DOMANI SERA

Condividi

Roma. Ultimo allenamento questa mattina a Coverciano per gli azzurri che domani sera affronteranno la Svezia nel match d’andata dello spareggio per Russia 2018. Il Charter della Nazionale italiana decollerà nel pomeriggio per raggiungere Solna. Sarà presente sul volo anche il presidente federale Carlo Tavecchio, che ha voluto far sentire il suo sostegno ai ragazzi di mister Ventura: “ Abbiamo buone sensazioni. La Svezia è stata una grande nazionale, adesso non ci sono tante stelle come prima però, bisogna sempre avere il timore reverenziale di chi ha fatto calcio da tanti anni”. Anche il centrocampista azzurro e della Roma Daniele De Rossi, dall’alto della sua esperienza con la maglia azzurra, ha caricato l’ambiente in conferenza stampa: “ Serviranno sangue freddo, sudore e sacrificio. Il nostro obiettivo è chiaro, unico: vogliamo assolutamente qualificarci per il Mondiale. Siamo forti e lo dimostreremo”. I giocatori lo sanno, la posta in palio è troppo alta per questa doppia sfida. Non qualificarsi ai Mondiali rappresenterebbe un dramma calcistico come più volte ripetuto anche dal C.T. azzurro Ventura.  San Siro sarà tutto esaurito per la gara di ritorno, lo stesso De Rossi ha chiesto a tutti gli italiani di far sentire il loro supporto e questa sembra essere un ottima risposta.

Sembra orientato verso il 3-5-2 il tecnico Gian Piero Ventura per affrontare gli svedesi. Immobile e Belotti davanti, Zaza ha sospeso l’allenamento di oggi per un problema al ginocchio sinistro, resterà comunque in gruppo e partirà con la squadra ma non dovrebbe giocare.  Verratti-De Rossi-Parolo in mediana. Sulle fasce agiranno Candreva a destra e Darmian a sinistra, a riposo precauzionale Spinazzola per un affaticamento muscolare. Davanti a Buffon confermata la BBC (Barzagli-Bonucci-Chiellini).

(Visited 79 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago