uperbonus giuseppe conte mario draghi

L’affondo dell’ex presidente del Consiglio e leader del Movimento 5 Stelle.

Giuseppe Conte tuona per difendere il Superbonus. Il leader del M5S, in un video su Facebook, ha mostrato ieri la prima pagina de Il Sole 24 Ore, che titolava ‘Fisco boom con il Superbonus’. “Oggi questo giornale, di solito non tenero con il Movimento 5 Stelle, riporta che con il Superbonus 110% sono entrati nelle casse dello Stato, solo in questi primi sei mesi, almeno quattro miliardi, utilissimi per famiglie e imprese” – ha spiegato l’ex presidente del Consiglio – “Non dimentichiamo che il +6,6% di Pil nel 2021 è in buona parte dovuto al Superbonus, non dimentichiamo i 630mila nuovi occupati nel settore, non dimentichiamo mezzo milione di famiglie con redditi medi e bassi che hanno risparmiato fino a 500 euro medi all’anno“.

Superbonus, Conte: “Vantaggi per l’ambiente”

Giuseppe Conte parla anche dei vantaggi ambientali del Superbonus: “Ha consentito un taglio significativo delle emissioni di CO2, quindi clima alteranti. Sono tutte ragioni per cui dobbiamo proseguire con questa rigenerazione urbana. La dobbiamo difendere e portare avanti, è una misura complessivamente molto utile al Paese“.

Superbonus, Conte: “Perché anche Draghi lo demonizza?”

Ci appare incomprensibile la posizione di tutti coloro, Draghi compreso, che invece si sono scagliati e hanno demonizzato questa misura. L’ha lodata anche la Commissione europea, e noi dobbiamo salvare 50mila aziende sull’orlo del fallimento perché dobbiamo consentire la ripresa del meccanismo della cessione dei crediti fiscali” – l’affondo di Conte – “Il Governo non deve fare modifiche per rallentare e compromettere l’applicazione di questa misura, ma per farla correre e per sbloccare la cessione dei crediti fiscali. È un imperativo morale“.

Articolo precedenteSpazio, le meravigliose immagini dell’Italia scattate da Samantha Cristoforetti
Articolo successivoAniene, nuova Barriera Acchiapparifiuti installata dentro la Riserva Naturale