superbonus leonardo donno ue

“Non solo va prorogato, ma deve essere reso strutturale per l’efficienza energetica e la riduzione dei combustibili fossili”, spiega il deputato.

Superbonus, arriva il beneplacito dell’Unione europea. La Commissione, infatti, si è concentrata sulle misure di efficientamento energetico, in Italia solo temporanee. E Leonardo Donno, deputato M5S e membro della commissione Bilancio, dichiara: “Arrivano conferme dalle raccomandazioni dell’Ue: va prorogato e reso strutturale per raggiungere l’efficienza energetica e per ridurre l’uso dei combustibili fossili“.

Come abbiamo sempre sostenuto, per dare continuità alla riconversione ecologica e stabilità normativa a imprese e famiglie è necessario rendere permanenti gli incentivi edilizi ed estenderli anche alle imprese. Negli ultimi mesi invece abbiamo assistito a una campagna di delegittimazione che si è concretizzata in una marcia indietro politica sulla cedibilità dei crediti fiscali, con grave danno per l’efficacia della misura” – spiega il deputato – “Considerando la spinta economica che il Superbonus ha garantito nel 2021, durante il governo Conte II che lo ha introdotto, occorre tornare al più presto sulla retta via e mettere in pratica le raccomandazioni europee“.

Articolo precedenteStudioNews, 30 anni e un giorno dalla strage di Capaci e Via D’Amelio
Articolo successivo“Diritto penale ambientale”, il libro di Gianfranco Amendola dai maggiori delitti ambientali alle leggi applicabili