Superbonus, a Roma la Class action nazionale dell’edilizia

L’appello disperato di comitati e associazioni che chiedono l’immediato sblocco dei crediti.

La misura è colma“: è un appello disperato, quello della Class action nazionale dell’edilizia, che a Roma, in piazza Santi Apostoli, ha radunato comitati e associazioni provenienti da tutta Italia per chiedere certezze e tutele sul Superbonus. La riduzione dal 110 al 90% del bonus edilizio per l’efficientamento energetico rischia di mettere in ginocchio un intero settore che si era faticosamente rialzato nel periodo successivo alla pandemia, permettendo anche un balzo del 6% di tutto il prodotto interno lordo nazionale.

Mentre al Senato si discute sugli emendamenti presentati al Decreto Aiuti quater dalle varie forze politiche, le associazioni di costruttori, artigiani, architetti, ingegneri, geometri e amministratori di condominio si sono riunite nella Capitale per lanciare l’ennesima richiesta di sbloccare i crediti al Governo. Dopo quello di Mario Draghi, anche l’Esecutivo guidato da Giorgia Meloni sta per cambiare le regole in corsa e l’instabilità normativa produce effetti drammatici su un’intera filiera. Il tutto, mentre il caro energia continua a colpire gli italiani e la transizione ecologica appare una definizione sempre più astratta.

Articolo precedenteRomAgricola: “Recuperare agricoltura cittadina e periurbana”
Articolo successivoMilano, Ultima Generazione imbratta Teatro alla Scala in attesa della prima. VIDEO