Roma

#SpiaggeLibereESicureAdOstia, consegnata alla sindaca di Roma 25.500 firme a sostegno della petizione

Condividi

#SpiaggeLibereESicureAdOstia. Consegnate alla Sindaca di Roma Capitale, Virginia Raggi, e al Comandante della Capitaneria di Porto di Roma Fiumicino, Antonio D’Amore, le prime 25.500 firme a sostegno della petizione.

Ringrazio la Sindaca di Roma, Virginia Raggi, e il Comandante della Capitaneria di Porto di Roma Fiumicino, Antonio D’Amore, per aver accolto il nostro appello. Occorre intervenire subito contro i segnali intimidatori sulle spiagge libere di Ostia, bene comune. Grazie soprattutto al sostegno delle migliaia di cittadini e di tutti coloro che hanno permesso all’iniziativa di raggiungere un risultato così straordinario in poche ore. Ci auguriamo che le autorità garantiscano vigilanza, illuminazione e accessibilità ai cittadini alle spiagge libere di Ostia”.

Erosione, allarme Legambiente: quasi il 50% delle nostre spiagge è a rischio

Lo dichiara Alfonso Pecoraro Scanio, già Ministro dell’Ambiente e Presidente della Fondazione UniVerde, a seguito dell’incontro di oggi in Campidoglio per la consegna delle prime 25.500 firme, raccolte in sole 48 ore su Change.org, a sostegno della petizione #SpiaggeLibereESicureAdOstia, di cui è promotore. Le adesioni continuano a incrementare di numero, segno del successo dell’iniziativa.

La Sindaca di Roma Capitale, Virginia Raggi, ha accolto la delegazione al Campidoglio, dichiarando: “Ricevo molto volentieri questo appello. Compito delle amministrazioni è quello di cercare di migliorare le condizioni nelle quali viviamo e questi obiettivi sono anche i nostri. Stiamo realizzando spiagge accessibili con passerelle per consentire a chiunque di accedere al mare, secondo le proprie necessità. Da qualche anno abbiamo iniziato ad abbattere chioschi abusivi per restituire le spiagge libere ai cittadini di Ostia. Abbiamo già attivato la vigilanza notturna e stiamo implementando quella diurna e nel frattempo stiamo incrementando anche l’illuminazione”.

Torna sulle spiagge di Campo di Mare il pesce ‘mangia-plastica’

Da quando abbiamo iniziato la campagna per restituire le spiagge libere al nostro litorale, qualcuno evidentemente non ha gradito questa nostra attività, disseminando gli arenili di vetri, chiodi, siringhe e uccelli con la testa mozzata. Faremo un grande lavoro su questo tema” conclude la Sindaca Raggi.

A complimentarsi per l’iniziativa promossa da Alfonso Pecoraro Scanio, anche il Comandante della Capitaneria di Porto di Roma Fiumicino, Antonio D’Amore, che ha assicurato il proprio sostegno all’appello #SpiaggeLibereESicureAdOstia.

Hanno preso parte all’incontro di oggi: Stefano Zago, Direttore di TeleAmbiente, supporter della petizione, insieme ai rappresentanti di Change.org; il Presidente della Commissione Ambiente di Roma Capitale, Daniele Diaco e i Consiglieri Capitolini, Paolo Ferrara e Giuliano Pacetti.

(Visited 14 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago