ClimaGood NewsScienza e Tecnologia

Un 25enne spagnolo ha inventato una batteria che genera elettricità dalla fotosintesi delle piante

Condividi

L’idea è di Pablo Vidarte, fondatore di Bioo, una start up che oggi produce le batterie utilizzate soprattutto in campo agricolo. “Il ritorno dell’investimento in meno di un anno”, assicura. 

Generare energia elettrica dalle piante è possibile. Anzi, è già realtà. Lo spagnolo Pablo Vidarte ha fondato Bioo, una startup rivoluzionaria che genera elettricità dalla fotosintesi delle piante.

Creata quando aveva solo 19 anni (oggi ne ha 25), Bioo – Electricity from Nature è una azienda che trasforma le piante in interruttori biologici, genera energia rinnovabile dalla natura e trasforma l’ambiente.

 

La sua creazione è avvenuta grazie a ingegneri, biologi e nanotecnologi che all’epoca si offrirono volontari per trasformare la sua idea per la creazione di batterie biologiche in realtà.

Soltanto un anno dopo l’inizio dei lavori era pronto un prototipo ed è arrivato anche un investitore che ha messo i soldi sul tavolo.

“Un albero per ogni neonato”, Fareambiente rilancia una legge del 1992 mai applicata

Il giovane inventore spagnolo ha spiegato che come esseri umani “ci siamo resi conto che stavamo praticamente uccidendo il pianeta; successivamente abbiamo inventato cose come i pannelli solari e altri tipi di soluzioni che utilizziamo per impedire che le cose peggiorino, ma il passo successivo è essere in grado di invertire l’intera equazione per far rivivere quel pianeta che stiamo iniziando a perdere”.

Come funzionano le batterie biologiche di Bioo


Le batterie biologiche prodotte dalla start up Bioo per funzionare devono essere scavate nel terreno e producono fino a 200Wh all’anno per metro quadrato. Esse generano elettricità dall’energia rilasciata quando il suolo organico si decompone.

Animali, l’allarme del Wwf: “Siamo nel pieno della sesta estinzione di massa”

“Come le batterie tradizionali – spiega euronews.com hanno un anodo e un catodo, ma invece di utilizzare materiali come il litio per alimentarle, la materia organica viene utilizzata come combustibile. Quando i microrganismi distruggono il suolo organico, vengono rilasciati elettroni. Questi elettroni vengono quindi trasportati dall’anodo al catodo e si crea una corrente di elettricità”.  Un’ottima idea per gli agricoltori che – assicura Pablo – “vedrebbero il loro investimento rientrato in circa un anno”. 

Aria pulita, startup premiata per un dispositivo che sanifica l’aria delle scuole di Taranto

 

(Visited 51 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago