AttualitàScienza e Tecnologia

SpaceX, il razzo Starship SN 15 completa decollo e atterraggio senza intoppi

Condividi

La volta buona. Il prototipo SN15 del razzo Starship di SpaceX ha completato senza intoppi il decollo e l’atterraggio.

Dopo quattro voli senza successo (e altrettante esplosioni), il nuovo prototipo del razzo Starship, SN15, è riuscito a completare senza problemi il decollo e l’atterraggio. Al quinto tentativo, il volo di prova si è concluso con successo, con il razzo che è atterrato regolarmente nella base utilizzata da SpaceX in Texas. Lo ha annunciato Elon Musk su Twitter: “Atterraggio Starship nominale!”.

Come spiega anche la BBC, l’unico problema riscontrato dopo l’atterraggio è stato un piccolo incendio che ha interessato la base del razzo e che è stato prontamente domato con un idrante. Un fenomeno normale, considerando che per Starship vengono utilizzati dei motori a metano. Ed è proprio su questi piccoli problemi di progettazione che gli ingegneri di SpaceX stanno lavorando. L’intervento sulle fiamme ha comunque consentito che SN15 non esplodesse una volta atterrato.

Il prototipo SN15 è decollato verticalmente dalla base di Boca Chica e una volta in aria si è messo in posizione orizzontale. Da SpaceX non hanno reso noto se l’obiettivo di raggiungere i dieci chilometri di quota sia stato raggiunto, ma il successo dell’atterraggio in verticale è un passo importante. L’ultimo tentativo, quello del prototipo SN10 a inizio marzo, si era concluso con un’esplosione poco dopo l’atterraggio. E ad altri prototipi, SN8, SN9 e SN11, era andata anche peggio.

Spazio, la NASA ha scelto lo SpaceX di Elon Musk per il prossimo viaggio sulla Luna

L’interesse globale nei confronti di SpaceX è ai massimi storici. Che Elon Musk piaccia o no, la sua azienda sta facendo passi da gigante e lo dimostra la decisione della Nasa di avvalersi di Starship per riportare, entro la fine di questo decennio, gli astronauti sulla Luna. La progettazione e lo sviluppo continuano, anche nelle intenzioni di SpaceX c’è quella di sostituire del tutto i razzi Falcon con quelli Starship. Anche se la megalomania del suo fondatore non sembra conoscere limiti e l’obiettivo dichiarato, seppur fantascientifico, è quello di portare l’uomo su Marte.

(Visited 38 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago