Il colosso svedese dell’arredamento IKEA ha promesso che entro il 2028 eliminerà tutti gli imballaggi di plastica dai loro magazzini e da tutti i prodotti in vendita

Mettere insieme un mobile IKEA  a volte può diventare un’esperienza esasperante. Ma c’è una ricompensa: quello che costruite è elegante e anche sostenibile.

Il rivenditore svedese è da anni un paladino dell’ambiente. Nel 2018, ad esempio, ha annunciato l’intenzione di utilizzare solo materiali rinnovabili e riciclati nei suoi prodotti entro il 2030 e di completare tutte le consegne dell’ultimo miglio tramite veicoli elettrici entro il 2025. A partire dal 2020, non utilizza più plastica monouso nei suoi negozi o ristoranti. E all’inizio di quest’anno si è impegnata a vendere pannelli solari ed energia rinnovabile ai clienti in tutti i suoi mercati entro i prossimi quattro anni.

Inquinamento, le consegne di Amazon e Ikea saranno a impatto zero

 


Ma l’impegno ambientale di IKEA non è ancora del tutto assemblato.  Il pezzo più recente del puzzle: IKEA ha annunciato che inizierà a eliminare gradualmente l’uso di imballaggi in plastica per i suoi prodotti.

L’azienda si svezzerà gradualmente dagli imballaggi in plastica. In primo luogo, eliminerà gli imballaggi in plastica da tutti i nuovi prodotti entro il 2025. Quindi, entro il 2028, farà lo stesso con tutti i prodotti esistenti. L’unico posto in cui la plastica rimarrà oltre il 2028 è in prodotti alimentari selezionati, dove la plastica è necessaria per garantire la qualità e la sicurezza degli alimenti.

Ikea, arriva la linea di tessuti per dare nuova vita alla plastica e ai vecchi jeans

“L’eliminazione graduale della plastica negli imballaggi di consumo è il prossimo grande passo nel nostro viaggio per rendere le soluzioni di imballaggio più sostenibili e sostenere l’impegno generale per ridurre l’inquinamento da plastica e sviluppare imballaggi da materiali rinnovabili e riciclati”, ha affermato Erik Olsen, responsabile degli imballaggi e dell’identificazione di IKEA. comunicato stampa. “Il cambiamento avverrà progressivamente nei prossimi anni e si concentrerà principalmente sulla carta poiché è sia riciclabile, rinnovabile e ampiamente riciclata in tutto il mondo“.

Ikea, a breve il lancio del nuovo business: venderà energia rinnovabile

IKEA, che ogni anno spende oltre 1 miliardo di dollari per circa 920.000 tonnellate di materiale da imballaggio, ha già ridotto significativamente la quantità di plastica utilizzata nei suoi imballaggi. Ad oggi, meno del 10% delle sue confezioni è in plastica. Per eliminare completamente la plastica, afferma l’azienda, dovrà collaborare con team di sviluppo prodotto e fornitori in tutto il mondo. Potrebbe anche dover progettare soluzioni completamente nuove.

“L’ingegnosità fa parte del patrimonio IKEA e l’imballaggio non è affatto un’eccezione in questo senso”, ha affermato Maja Kjellberg, responsabile dello sviluppo degli imballaggi di IKEA. “Spostare la plastica nelle nostre soluzioni di imballaggio per i consumatori sarà senza dubbio un compito impegnativo nei prossimi anni. Con questo movimento miriamo a stimolare l’innovazione del packaging e utilizzare le nostre dimensioni e la nostra portata per avere un impatto positivo sull’industria più ampia al di là della nostra catena di approvvigionamento”.

Articolo precedenteAnimali, Tiziano Ferro testimonial dell’iniziativa della LAV: visite veterinarie gratuite per le famiglie in difficoltà
Articolo successivoNucleare, una nuova tecnologia ha ridotto le radiazioni di Chernobyl del 47%