Roma. Sondaggi a confronto sul centrodestra tra quello stilato da BiDiMedia (sistema di rilevamento Kawi) e quelllo di EMG per La7.

Entrambi sanciscono un Centrodestra con Forza Italia in gran spolvero. Segno che il ritorno a pieno regime di Berlusconi sulle scene ha dato nuova spinta propulsiva a tutta la coalizione.

Per EMG Forza Italia arriva al 14.6% (+0,4%) allungando vistosamente sulla Lega che perde gli stessi punti percentuali (-4%), l’insieme della coalizione avanza grazie a Fratelli d’Italia che arriva a 5,3 (+0,1%), di Udc +0.2%.

Insomma il Centrodestra, ancora senza leader ufficiale, dopo la bocciatura di Gallitelli, ex capo dell’Arma dei CC, e in attesa che Strasburgo si pronunci sulla candidabilità di Berlusconi, e quindi con una fibrillazione evidente al suo interno, ancora però guadagna consensi erodendo quote di astensionisti e di Pd e M5S che infatti, come ci dice l’altro sondaggio non se la passano del tutto bene, arrivando a 34,6%

E quindi, andandoci a vedere il sondaggio BiDiMedia, troviamo Forza Italia che sfonda il muro del 15% arrivando a 15.8%, con un guadagno netto dell’1,5%, mentre in questo caso troviamo una Lega stabile (+0.1), ma con FdI sottostimati al 3,8%, per un complessivo del 35,2%, migliorando nettamente il dato di EMG e aprendo così scenari nettamente positivi e di nuova crescita di coalizione.

E il Centrosinistra?

Nulla di nuovo né di positivo.

Cala il Pd (-0,1%). Cede vistosamente Alternativa Popolare (-0,6%), migliora Pisapia +0,1 e l’insieme di tutti i cespugli +0,4%, attestando che la debolezza delle due compagini più grandi sposta voti, ma non certo migliora.

Il Centrosinistra (senza la vera sinistra!), arriva al 31,7% ben lontano dal poter competere nei collegi uninominali con centrodestra.

Discorso diverso sarebbe se riuscire a creare una coalizione più ampia, inglobando anche i dissidenti e gli scettici, ovvero MDP, Sinistra, Possibile e magari, come riuscì a fare Romano Prodi, anche Rifondazione.

Tutte queste formazioni, in attesa di trovare un comune denominatore (Domenica 3 dicembre al Brancaccio di Roma?), al momento appaiono molto deboli ma complessivamente arrivano a un 5,9% che farebbe la differenza per lo schieramento di Centrosinistra.

Il sondaggio di BiDiMedia ragiona su di una affluenza del 60% ed evidenzia un Movimento 5 Stelle sbabile ma debole al 26.00%, insidiando il primato in classifica del Pd al 26,3%.

Articolo precedenteVIA LIBERA DEFINITIVO AL DL FISCO, ECCO TUTTE LE NOVITA’
Articolo successivoBITCOIN SU MONTAGNE RUSSE, CROLLA POI RISALE. STIGLITZ: VA VIETATA