Breaking News

CALA CENTRODESTRA. STABILI PD E M5S. NESSUNA MAGGIORANZA POSSIBILE

Condividi

Roma. Sondaggi. Cala vistosamente la Lega (-0.7). Sale Forza Italia(+0.5). Sempre al 5% Fratelli d’Italia che mostra una tenuta impensabile. Il sondaggio EMG per La 7 dimostra un calo sostanziale del centro destra che scende al 33.3%,(-0.5) fallendo la resistenza al 34% che sembrava a portata di mano. Non aiutano i due “cespugli “, gli animalisti che scendono allo 0.8%, né l’Udc sempre più esangue allo 0.7%.
Insomma superato i referendum lombardo-veneti, ormai lontani nel tempo, la coalizione Berlusconi-Salvini appare in fase di stallo.

Sarà rivitalizzata dalle elezioni siciliane?
Vedremo adesso l’impatto che le nuove grane giudiziarie di Berlusconi avranno sulle prossime proiezioni degli istituti di sondaggio.
Non ride neanche il centro sinistra. Il sondaggio BiDiMedia dà il PD in calo dello 0.2% e tutta la coalizione in flessione dello 0.6%.
Sale il M5S al 26.1% ma appare ancora troppo distante per insediare il primato dei democratico che seppur in flessione rimane al 27.3%.
Mdp appare più tonico al 3.2% al pari di Sinistra Italiana sommata Civati che sale allo 2.8%
Infine le proiezioni in seggi della nuova legge elettorale appena approvata confermano quanto detto da sempre: nessuna maggioranza possibile. Tutto ruota intorno ai 5 stelle. La loro vocazione maggioritaria blocca ogni possibile alleanza.
Insomma cosa accadrà dopo il voto in primavera?
Un probabile nuovo voto in autunno.

(Visited 116 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago