Di Antonio Creti. Sondaggi. Si ferma l’avanzata del PD che conquista saldamente la posizione di primo partito (28.1%), ma arretra dello 0.3%, al pari del M5S che si stabilizza a 27,0% (-0,1).

Il sondaggio del lunedì di EMG per la7 registra il calo costante della Lega che non arresta la sua emorragia e scende al 13.9% (-0.5), con ormai  Forza Italia che si appresta all’aggancio con il +0.5 al 13,5%.

Immobile Fratelli d’Italia sempre al 5,0%, con MPD in costante leggero calo al 2,3% (-0,1%) che paga i tentennamenti di leadership, tra Piasapia e Grasso.

Insomma, appare chiaro che la colazione di destra, laddove si presentasse unista, anche  in caso di voto proporzionale comunque avrebbe un risultato importante, ma è anche indubbio che la crescita costante di Forza Italia, proprio ai danni di Lega e del M5S, apre per il partito fondato da Berlusconi orizzonti insperati soltanto tre mesi orsono.

Infine AP di Angelino Alfano cresce al 2,3% (+0,1%), il che significa che dovremmo anche guardare a una possibile Grosse Koalition PD-FI-AP cui aggiungere il Partito animalista che si conferma al 1,3% e quindi ad un’area che arriva intorno al 46%, ovvero ad un passo dall’essere maggioranza.

Articolo precedenteLAMPEDUSA, 4 ANNI FA IL NAUFRAGIO. 368 LE VITTIME
Articolo successivoNOBEL FISICA A TRE SCIENZIATI USA. ESULTA ANCHE LA RICERCA ITALIANA