Politica

SONDAGGI CRESCE IL CENTRODESTRA CROLLA PD, CALA M5S SEMPRE PRIMO PARTITO

Condividi

Roma. Sondaggi. Centrodestra in crescita al 36,1 (+0.1%). Cala il Movimento 5 Stelle al 28.2%. Scende il Centrosinistra che affonda al 28.4%, nonostante l’iniezione di voti di +Europa-Cd che alla prima apparizione porta un interessante 1,4% in dote.

Ma il punto è che crolla il PD al 24.1%, perdendo sotto le Feste lo 0.8%, scendendo nettamente sotto la soglia minima del 25%, considerata ai piani alti del Nazzareno una sorta di Piave. Va ricordato che alle elezioni del 2013 il Pd guidato da Pier Luigi Bersani arrivò al 25.42%, che venne considerato da molti (Renzi in primis) una sorta di sconfitta.

Questo è il trend di quelle che sono le virtuali coalizioni che si sfideranno il 4 marzo, sempre tenendo conto che il M5S non si aggrega con nessuna altra forza politica, rimane il primo partito, ma soffrirà al limite della disfatta nei collegi uninominali.

Questo il sondaggio di EMG per il Tg La7, dell’8 gennaio.

Venendo al dettaglio dei partiti, nella coalizione di Centrodestra abbiamo Forza Italia che mostra una sostanziale debolezza (-0.2%) bilanciata da una forte crescita della Lega che arriva al 13.6% guadagnando lo 0.3%, con Fratelli d’Italia che continua ad avanzare e si posizione al 5,5% (+0.1). Se a questi sommiamo Noi con l’Italia-Udc al 2,2, abbiamo una coalizione che arriva al 36.1%. Guadagna soltanto lo 0.1% ma  si mostra tonica nella difficile scalata.

E se andiamo a considerare la virtuale ripartizione dei seggi alla Camera, vedete il Centrodestra arriva a 292 seggi, non molto distante dai 316 che danno la maggioranza.

Sempre nella stessa ripartizione offerta da Ixè, vedete anche il tracollo del PD che passa dagli attuali 297 seggi ai 138 seggi, più che dimezzandosi.

E nella stessa ripartizione il M5S va a 167 seggi, pur essendo il primo partito come voti percentuali.

Buona la performance di Liberi&Uguali che arriverebbe a 29 seggi.

Ancora più frammentata la situazione del Senato, ma sempre rimanendo al Partito democratico è evidente la situazione in cui versa, passando da 109 seggi agli 80 che adesso gli vengono attribuiti.

Al Senato il Centrodestra arriva a 137 seggi, ancora distante dai 158 necessari, ma l’avanzata in seggi appare fin troppo evidente, con il Senato uscente che li vedeva a 117 seggi.

La crescita del M5S al senato è altresì netta e arriva a 78 seggi, dai 55 attuali.

Tornando al sondaggio EMG, Liberi&Uguali scende al 5,6% (0,1%). va anche detto che i sondaggi di Emg, fin qui sono stati quelli meno esaltati per la formazione guidata da Piero Grasso, che però nel sondaggio per fasce di età mostra un apprezzamento generazionale lineare, dagli under 35 ai votanti over 65 anni.

Infine sui votanti, che tra indecisi, astensionisti e schede bianche vanno sopra al 40%.

E’ evidente che la partita nei prossimi mesi si giocherà tutta lì. Al memento infatti non esiste una maggioranza chiara che possa gorvernare.

(Visited 364 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago