EventiRoma

Dai campi ai social, a Roma la campagna #prontiatornareincampo

Condividi

Social. Il calcio solidale si trasferisce dai campi ai social. Le attività solidali e di inclusione non si fermano, anche se sono state sospese le modalità iniziali per via delle disposizioni attuali.

Roma Capitale e Fondazione Roma Solidale hanno quindi rimodulato il Progetto Giovani in Campo, per continuare il lavoro di sensibilizzazione dei ragazzi e delle ragazze di Roma, valorizzando strumenti nuovi per conseguire i medesimi obiettivi, tramite #prontiatornareincampo.

Promosso da Roma Capitale – Assessorato alla Persona, Scuola e Fondazione Comunità solidale e dal Dipartimento Politiche Sociali – Direzione Salute e Benessere, e realizzato dalla Fondazione Roma Solidale, il progetto “Giovani in Campo” promuove la centralità dei giovani, in particolare di bambini e adolescenti in condizioni di vulnerabilità e/o che vivono in contesti familiari disgregati, valorizzando lo strumento del calcio per “fare comunità”.

Centri Antiviolenza Roma, durante emergenza Covid19 attivo h24 numero 1522

Originariamente doveva prevedere una serie di partite, di incontri, attraverso cui veicolare messaggi di  contrasto al bullismo, al sessismo e al razzismo, attraverso un gioco che nella nostra società è carico di elementi simbolici immediatamente condivisibili, una “lingua” universale  capace di abbattere barriere fisiche, linguistiche e culturali e innescare processi di riscatto sociale, uguaglianza, integrazione e partecipazione collettiva.

Un potenziale positivo che in momento di difficoltà come questo Roma Capitale e la Fondazione Roma Solidale hanno voluto mantenere e hanno quindi rimodulato sul web.

Parte domani #prontiatornareincampo, campagna di comunicazione, connessione, solidarietà virale, condivisa tramite i social. Le scuole coinvolte nel progetto originale includeranno nella didattica a distanza anche i temi legati al Calcio Solidale: bullismo, sessismo e razzismo, valorizzando lo strumento del gioco del calcio anche attraverso i contributi dei protagonisti e delle realtà sociali e sportive che operano da anni sul territorio.

Coronavirus, contest #iononmiannoio sui social media di Roma Capitale

Ma il progetto si allarga a tutti, proprio a partire dai contributi di sportivi che permetteranno di coinvolgere in una risposta attiva ragazzi e non solo, ciascuno dalla propria casa.

Ci siamo impegnati per mantenere, rimodulandolo sui social, un progetto determinante per l’inclusione, la solidarietà, la riflessione su tematiche di contrasto al bullismo, al sessismo, al razzismo. Lo sport è veicolo immediato di valori di cui abbiamo sempre bisogno, ma che adesso  non dobbiamo assolutamente perdere. Con #prontiatornareincampo abbiamo esteso, con i social, la possibilità di condivisione sportiva e solidale – dichiara l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale Veronica Mammì – Ringrazio Roma Solidale per la campagna di comunicazione e rivolgo a tutti un invito a partecipare alle sfide di #prontiatornareincampo.”

Photo by Tevarak Phanduang on Unsplash

(Visited 38 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago