siccita tevere zingaretti rifiuti

L’annuncio del presidente della Regione Lazio.

Siccità, l’opportunità oltre l’emergenza. Con il Tevere che, a Roma, è decisamente al di sotto dei propri livelli stagionali, iniziano ad emergere rifiuti abbandonati di ogni genere. Per questo, la Regione Lazio ha deciso di attivare un sistema che permetterà di mappare e monitorare tutti i rifiuti affiorati da Castel Giubileo fino alla Magliana, su entrambe le sponde del fiume.

Un’iniziativa che permetterà di rimuovere tanti tipi di rifiuti ingombranti dalle rive del Tevere. L’annuncio è arrivato dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. “Protezione civile regionale e associazioni di volontariato si occuperanno del monitoraggio nel fine settimana, da lunedì, in base alle segnalazioni, avvieremo l’immediata rimozione dei rifiuti individuati“, spiega Zingaretti in una nota.

Continua il nostro impegno per rendere il Tevere, fiume della Capitale, più vivibile e pulito. In questi anni la Regione Lazio è stata sempre in prima linea per favorire e tutelare l’ambiente e per rendere il fiume di Roma vivibile e non un ammasso di rifiuti“, conclude il presidente della Regione Lazio.

Articolo precedentePapa Francesco riceve Elon Musk: “La tecnologia ci salverà”
Articolo successivoNasce il centro agritech, dal Pnrr 320 mln per la ricerca – Agrifood Magazine