Clima

Siberia, temperature record a Giugno: l’Artico si sta riscaldando più velocemente del resto del mondo

Condividi

Le temperature medie nella Siberia artica  nello scorso mese erano di 5° gradi (circa 9 ° F) superiori alla media. “Ciò che è preoccupante è che l’Artico si sta riscaldando più velocemente del resto del mondo”, Carlo Buontempo, direttore del Copernicus Climate Change Service. Un’ondata di caldo che sta alimentando alcuni dei peggiori incendi che la regione abbia mai conosciuto

Il  mese di giugno 2020 a livello globale è stato il secondo giugno più caldo mai registrato. Ma a soffrire maggiormente questa ondata di calore è stata soprattutto la Siberia. Le temperature nella Siberia artica sono salite a una media record per il mese di giugno con un’ondata di caldo che sta alimentando alcuni dei peggiori incendi che la regione abbia mai conosciuto, come mostrano i dati dell’Unione europea (UE). Un caldo estremo che preoccupa gli scienziati definendolo “un grido d’allarme“.

Clima, l’ondata di caldo siberiano è un “grido d’allarme”. Le immagini satellitari dell’Artico color rosso

Le temperature medie nella Regione lo scorso mese erano di 5° gradi (circa 9 ° F) superiori alla media e di oltre un grado in più rispetto ai due precedenti mesi di giugno più caldi, nel 2018 e nel 2019. L’Organizzazione Meteorologica Mondiale sta anche confermando  i rapporti di una lettura della temperatura di oltre 38 ° C in Siberia come la più alta registrata a nord del circolo polare artico.  “Ciò che è preoccupante è che l’Artico si sta riscaldando più velocemente del resto del mondo“, ha dichiarato Carlo Buontempo, direttore del Copernicus Climate Change Service.

Siberia, nuovo record di temperature: registrati +38°C nella città di Verkhoyansk

Il calore eccezionale ha assorbito l’umidità dalla terra attraverso le vaste foreste boreali e la tundra della regione, alimentando gli incendi che si sono intensificati da metà giugno. L’agenzia forestale russa ha dichiarato che, a partire dal 6 luglio, ci sono stati 246 incendi boschivi su 140.073 ettari di terreno, e lo stato di emergenza è stata dichiarato in sette regioni. “Temperature più elevate e condizioni di superficie più asciutte stanno fornendo le condizioni ideali affinché questi incendi possano bruciare e persistere per così tanto tempo su un’area così ampia“, ha affermato Mark Parrington, scienziato senior di Copernicus.

Russia, gli incendi tornano a colpire la Siberia dopo la devastazione dello scorso anno

Anche le emissioni di anidride carbonica causate dagli incendi boschivi nella Regione il mese scorso sono state stimate a 59 megatonnellate, rispetto ai 53 megatonnellate dello scorso anno.

(Visited 62 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago