AttualitàPolitica

DL SEMPLIFICAZIONI, QUALI SONO LE NOVITA’ INTRODOTTE

Condividi

Semplificazioni. Slitta a lunedì l’approdo nell’Aula di Palazzo Madama del Dl semplificazioni.

 

Originariamente pensato per fronteggiare il sovraccarico degli adempimenti burocratico-amministrativi a carico di cittadini, imprese e Pa e per agevolare la libera iniziativa economica, nel corso del suo iter si è trasformato in una sorta di decreto omnibus.

Il testo, si è infatti arricchito di svariate norme: come la riduzione dell’Ires per le no profit, i 10 milioni alle famiglie delle vittime di Rigopiano, gli Ncc e l’obbligo di distruzione degli ulivi affetti da Xylella.

Sul decreto, che scade il 12 febbraio, con molta probabilità verrà posta la questione di fiducia.

 

Vediamo le novità introdotte dalle Commissioni Lavori Pubblici e Affari Costituzionali del Senato:

– CANCELLATA LA TASSA SULLA BONTA’: L’aliquota Ires per le no profit, che con la legge di bilancio era stata raddopiata al 24%, torna al 12%.

– 10 MLN A FAMIGLIE VITTIME RIGOPIANO: autorizzata la spesa di 10 milioni di euro per l’anno 2019 in favore delle vittime e di coloro che, a seguito del disastro di Rigopiano hanno subito lesioni gravi o gravissime.

– PER SCONTI RC AUTO BASTA STIPULA POLIZZA SCATOLA NERA: basterà aver stipulato un contratto che preveda l’installazione della scatola nera, anche se il dispositivo non risulti ancora effettivamente installato, per ottenere gli sconti sull’assicurazione Rc auto. Lo sconto si applica “a decorrere dal 60esimo giorno successivo alla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto” Semplificazioni e anche agli automobilisti virtuosi del Sud.

– OBBLIGO ETICHETTA PER TUTTI GLI ALIMENTI: obbligo di indicare in etichetta l’origine di tutti gli alimenti. Finora l’obbligo riguardava solo alcuni tipi di alimenti come pelati e concentrati di pomodoro, latte e derivati, riso, grano della pasta e pollo.

– TETTO 10% FARMACIE A STESSO TITOLARE IN STESSA REGIONE: I titolari delle farmacie private, le società di capitali e le cooperative a responsabilità limitata che gestiscono farmacie non potranno controllare, direttamente o indirettamente, più del 10%
delle farmacie esistenti nella stessa regione. Attualmente il limite è fissato al 20%. I soggetti coinvolti sono tenuti ad adeguarsi entro 36 mesi.

– OK PROFESSIONISTI IN FONDO PMI CREDITRICI PA: potranno accedere al Fondo di garanzia riservato alle Pmi in difficoltà nella restituzione di pagamenti alle banche e titolari di crediti con le pubbliche amministrazioni anche i professionisti non organizzati in ordini o collegi.

-NEODOCENTI IN STESSA SCUOLA PER 5 ANNI: ottenuta l’immissione in ruolo, educatori, maestri e professori dovranno mantenere per almeno 5 anni la stessa sede, la stessa tipologia di posto e la classe di concorso.

– SLITTA OBBLIGO GARA PER CONCESSIONARI PUBBLICI: Rinviato al 31 dicembre 2019 l’obbligo per i concessionari pubblici di mettere a gara gli appalti di lavori, servizi o forniture di importo superiore ai 150mila euro.

– NOVITA’ ZES, STOP ALL’IVA: Semplificazioni per accelerare l’insediamento e la realizzazione delle Zone economiche speciali e via libera alla Cabina di regia a Palazzo Chigi sulle Zes. Prevista inoltre, l’istituzione delle “aree doganali intercluse ai sensi del Codice doganale europeo” che consentiranno di operare, per le merci importate e da esportare, in regime di sospensione dell’imposta Iva.

– PROROGA 15 ANNI CONCESSIONI DEMANIALI SU LAGHI E FIUMI: Le concessioni demaniali su laghi e fiumi anche con finalità diverse da quelle turistico-ricreative, vigenti alla data di entrata in vigore della presente legge, hanno una durata di 15 anni, con
decorrenza dalla data di entrata in vigore della legge.

– SLITTA A MARZO 2021 NUOVO ESAME ABILITAZIONE MEDICI: Slitta alla sessione di marzo 2021 l’applicazione delle nuove norme per l’esame di Stato di abilitazione all’esercizio della professione di medico-chirurgo. Escluso dai nuovi termini il tirocinio
pratico-valutativo.

– SALE A 9 ANNI ABILITAZIONE PROF UNIVERSITARI: L’abilitazione scientifica nazionale dei professori universitari di prima e di secondo fascia durerà 9 anni invece degli attuali 6.

-PRONTO SOCCORSO, CONCORSO ANCHE PER MEDICI NON SPECIALIZZATI: Concorso anche senza specializzazione per i medici precari del Pronto soccorso con 4 anni di servizio. Obiettivo: garantire la continuità nell’erogazione dei livelli essenziali di assistenza nell’ambito del sistema di emergenza-urgenza.

– BIOTESTAMENTO, SEMPLIFICATE MODALITA’ PRESENTAZIONE DELLE DAT: Le Dat (disposizioni anticipate di trattamento) dovranno essere redatte per atto pubblico o per scrittura privata autenticata “purché questa sia consegnata dal disponente all’ufficio dello stato civile ove fu iscritto o trascritto il proprio l’atto di nascita, nel quale l’ufficio medesimo la annota”.

– DEROGA OBBLIGO E-RICETTA PER VETERINARI: In caso di impossibilità a effettuare la prescrizione con ricetta elettronica, il medico veterinario potrà prescrivere medicinali destinati ad animali non produttori di alimenti tramite la ricetta cartacea.

– RITOCCHI A WEB TAX: Esclusa Borsa Italiana dall’applicazione della web tax con l’obiettivo di tutelare le imprese e le società che operano sul web che sarebbero state colpite dalla norma sui servizi digitali introdotta dalla manovra per i giganti del web che non pagano le tasse sulle transazioni fatte in Italia.

-DA 2020 PREMIER GUIDA AGENDA DIGITALE:  i poteri e le funzioni del commissario straordinario per l’attuazione dell’Agenda digitale a partire dal primo gennaio 2020, saranno attribuiti al presidente del Consiglio dei ministri. Per l’esercizio delle funzioni il Presidente del Consiglio, o il ministro delegato, si avvale di un contingente di esperti” con elevata competenza tecnologica e di gestione di processi complessi, nonché di significativa esperienza in tali materie.

– OK A DEFINIZIONE DI BLOCKCHAIN E SMART CONTRACT: vengono definite ‘tecnologie basate su registri distribuiti’ le tecnologie e i protocolli informatici che usano un registro condiviso, distribuito, replicabile, accessibile simultaneamente, architetturalmente decentralizzato su basi crittografiche, tali da consentire la registrazione, la convalida, l’aggiornamento e l’archiviazione di dati sia in chiaro che ulteriormente protetti da crittografia verificabili da ciascun partecipante, non alterabili e non modificabili. Per
‘smart contract’ si intende invece “un programma per elaboratore che opera su Tecnologie basate su registri distribuiti e la cui esecuzione vincola automaticamente due o più parti sulla base di effetti predefiniti dalle stesse.

– REGIONALIZZAZIONE CONCESSIONI IDROELETTRICHE: Via libera alla ‘regionalizzazione’ delle concessioni idroelettriche. L’emendamento presentato dalla Lega prevede che, alla scadenza delle concessioni di grandi derivazioni idroelettriche e nei casi di decadenza o rinuncia, le opere in stato di regolare funzionamento passino senza compenso in proprietà delle Regioni.

– TRIVELLE: aumento di 25 volte i canoni per le concessioni (la proposta iniziale del M5S era 35 volte), la sospensione di 18 mesi delle ricerche di idrocarburi nelle more dell’adozione di un piano nazionale.

– XYLELLA:  le misure fitosanitarie ufficiali anti-Xylella, o comunque derivanti da provvedimenti di emergenza fitosanitaria, “ivi compresa la distruzione delle piante e dei prodotti delle piante contaminate”, dovranno essere attuate “in deroga ad ogni disposizione vigente, nei limiti e secondo i criteri indicati nel decreto di emergenza fitosanitaria” e nella normativa Ue. La mancata attuazione delle misure ufficiali fitosanitarie necessarie ad evitare la diffusione della malattia è punibile con la reclusione da 1 a 5 anni.

(Visited 221 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago