InquinamentoRifiuti

Sei Nazioni, il pesce mangia plastica di Campo di Mare arriva al Foro Italico

Condividi

Sei Nazioni. Dalla spiaggia di Campo di Mare al Foro Italico di Roma.

Il pesce mangia plastica, che quest’estate è stato il simbolo della lotta all’inquinamento, nell’ambito delle attività di sensibilizzazione finanziate dalla Regione Lazio con il progetto “Lazio Plastic Beach Free 2019” è stato concesso in prestito dall’Amministrazione comunale di Cerveteri alla Società Generando e alla Federazione Italiana Rugby che proprio in questi giorni sono impegnate nell’edizione 2020 del Torneo Sei Nazioni, una delle più importanti competizioni a livello mondiale dedicate alla palla ovale.

Proposta che l’Amministrazione comunale di Cerveteri, attraverso l’Assessora alle Politiche Ambientali Elena Gubetti ha immediatamente accolto di buon grado.

Tevere, continua il successo della barriera anti plastica: 1300 kg in due mesi

La scultura a forma di animale marino, che è apparsa su diverse spiagge italiane, ha una doppia funzione: da contenitore per il recupero della plastica e sensibilizzare i cittadini sull’enorme quantità di plastica e rifiuti che produciamo ogni giorno.

Roma, in arrivo nuovo macchinette mangiaplastica: in 7 mesi riciclate oltre 2,8mil di bottiglie

Il pesce mangia plastica, tornerà a Campo di Mare al termine della manifestazione sportiva al Foro Italico.

“Quando quest’estate, subito dopo il Jova Beach Party abbiamo ideato e posizionato il pesce mangia plastica – ha dichiarato l’Assessora Elena Gubetti – la curiosità e l’attenzione della cittadinanza è stata subito importante, dimostrandosi anche sensibile ad un tema così sentito come quello del contrasto all’abbandono di plastica in mare”.

“Terminata la stagione estiva – ha poi aggiunto – per continuare a lanciare un messaggio di rispetto e tutela dell’ambiente, lo abbiamo voluto posizionare in un luogo frequentato da tante persone, bambini soprattutto, come la scuola di Via dei Tirreni”.

Bali dice addio alla plastica monouso ma l’isola deve essere liberata dai rifiuti

“Oggi – ha concluso Gubetti – accogliamo con piacere, che l’organizzazione ci abbia richiesto in prestito il nostro pesce mangia plastica. Dunque, il Sei Nazioni di quest’anno, coniugherà meravigliosamente il grande sport e i concetti di eco-sostenibilità e siamo felici che in questo grande contesto, davanti ad un pubblico internazionale, ci sia anche un po’ della nostra Cerveteri”.

(Visited 23 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago